A cura di MIUR - Direzione Generale per il coordinamento la promozione e la valorizzazione della ricerca

Il processo di attuazione della Strategia Nazionale di Specializzazione Intelligente

Il Ministero dello Sviluppo Economico (MISE) e il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca (MIUR) hanno delineato la Strategia Nazionale di Specializzazione Intelligente 2014-2020 (SNSI), partendo dall’analisi di contesto dei territori, valorizzando le competenze tecnologiche e le eccellenze produttive italiane, favorendo l’integrazione tra i diversi livelli strategici (nazionale e regionali).

La SNSI, approvata dalla Commissione Europea ad  aprile 2016, promuove la costituzione di una filiera dell’innovazione e della competitività capace di trasformare i risultati della ricerca in vantaggi competitivi per il Sistema Paese e in un aumento del benessere dei cittadini.

La Strategia individua 5 Aree Tematiche nazionali - derivate da un processo di scoperta imprenditoriale - che rappresentano i nuovi mercati di riferimento nell’ambito dei quali attivare meccanismi di ascolto strategico. Nel dettaglio:

  • Industria intelligente e sostenibile, energia e ambiente
  • Salute, Alimentazione, Qualità della vita
  • Agenda Digitale, Smart Communities, Sistemi di mobilità intelligente
  • Turismo, Patrimonio culturale e industria della creatività
  • Aerospazio e difesa.

Per favorire un’efficace attuazione della SNSI e assicurare un’adeguata forma di coinvolgimento dei partenariati e dei diversi livelli di governo, la Strategia definisce un modello di governance ( c.d. Legge di stabilità) che prevede l’istituzione mediante DPCM di:

  • una Cabina di Regia composta da rappresentanti delle Amministrazioni Centrali interessate e delle Regioni e Province Autonome;
  • cinque Gruppi di Lavoro tematici, uno per ognuna delle Aree, che rappresentano il livello di governance intermedio il cui coordinatore è individuato dalla Cabina di Regia

La Cabina di Regia ha il compito di:

  • definire e adottare per ciascuna Area Tematica dei Piani attuativi della strategia, in grado di orientare il sistema produttivo e dell’innovazione su alcune specifiche e più significative traiettorie tecnologiche di sviluppo;
  • costituire, attivare e coordinare i Gruppi di Lavoro, individuando e assegnando loro  obiettivi e modalità operative;
  • monitorare e favorire la possibile integrazione delle attività dei diversi Gruppi di lavoro;
  • verificare periodicamente lo stato di attuazione della Strategia e delle relative azioni, individuando eventuali esigenze di adeguamento e ridefinizione della SNSI.

I Gruppi di lavoro avranno il compito di:

  • supportare la Cabina di Regia nella definizione dei Piani attuativi della strategia relativi alle Aree Tematiche di competenza sulla base delle traiettorie tecnologiche di sviluppo già individuate all’interno della SNSI;
  • condividere, per ciascuna Area tematica, le traiettorie tecnologiche di sviluppo più significative e promettenti a livello nazionale sulla base delle indicazioni del PNR e delle S3 regionali, oltre a quelle già individuate dalla sede stabile di concertazione;
  • supportare la Cabina di Regia, sulla base del monitoraggio periodico dell’avanzamento degli interventi e delle azioni, nell’assicurare la coerenza degli interventi dei programmi nazionali e regionali con gli obiettivi della Strategia.

Ogni Gruppo di Lavoro - costituito da rappresentanti delle Amministrazioni Centrali e Regionali, associazioni imprenditoriali e reti, Cluster Tecnologici Nazionali o altre aggregazioni pubblico- private, enti e organismi di ricerca, esponenti della società civile - potrà attivare le più adeguate forme di “ascolto” strategico utili a identificare indirizzi e azioni per la revisione e l’aggiornamento delle Aree Tematiche e delle rispettive traiettorie tecnologiche di sviluppo.