A cura di MIUR - Direzione Generale per il coordinamento la promozione e la valorizzazione della ricerca

Robotica, l’Italia guida il primo network europeo delle infrastrutture di ricerca

Robotica, l’Italia guida il primo network europeo delle infrastrutture di ricerca

Sarà l’Italia e in particolare la Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa a coordinare la prima rete europea di laboratori di eccellenza in robotica.

La Commissione Europea, infatti, ha assegnato all’Istituto di BioRobotica dell’istituto pisano il coordinamento del progetto TERRINet, che identifica la rete europea di 12 strutture all’avanguardia in cui si effettuano ricerche di eccellenza nel settore della robotica.

All’interno della rete TERRINet – finanziata dall’UE con 5 milioni di euro – i migliori ricercatori provenienti dal mondo accademico e industriale saranno seguiti in maniera diretta da alcuni fra i migliori ricercatori europei nel campo della robotica e avranno la possibilità di spostarsi all’interno della rete, creando un vero e proprio “erasmus” della robotica.

I centri di ricerca del network TERRINet metteranno a disposizione le attrezzature di eccellenza e le competenze del personale, coinvolgendo i ricercatori in esperimenti scientifici di altissima qualità in tutti i settori della robotica, con particolare attenzione a quella “di frontiera”. I ricercatori potranno così formarsi sul campo, sviluppando idee e soluzioni innovative in un settore, quello della robotica e dell’Industria 4.0, in cui l’Europa e l’Italia sono fra i leader mondiali e intendono consolidare il primato.

Il coordinatore scientifico di TERRINet sarà Paolo Dario della Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa, che ha ricevuto a Singapore nel maggio scorso il “RAS Pioneer Award”, il riconoscimento della più importante società scientifica al mondo nel settore della robotica.

L’Italia – ha spiegato Paolo Dario – vuole consolidare la propria posizione di riconosciuta eccellenza internazionale nella ricerca in robotica e candidarsi a formare e ospitare un numero crescente di ricercatori, capaci non solamente di concepire e sviluppare idee e soluzioni profondamente innovative sul piano scientifico e tecnologico, ma di portare rapidamente queste idee e queste soluzioni verso il mondo dell’industria della robotica, che nel nostro paese genera, e sempre più genererà in futuro, posti di lavoro numerosi e di alta qualità”.

Oltre alla Scuola Superiore Sant’Anna, fanno parte del network TERRINet l’Istituto Italiano di Tecnologia, il Commissariato per l'energia atomica e le energie alternative il CNRS francesi, il Karlsruher Institut für Technologie e l’Università di Monaco in Germania, la Scuola politecnica federale di Losanna in Svizzera, l’Università di Twente in Olanda, l’università di Siviglia e l’Università politecnica della Catalogna in Spagna, l’Imperial College di Londra e l’Università di Bristol.

Data pubblicazione 29/01/2018
Fonte Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa
Tag Fabbrica intelligente , Scienze fisiche e ingegneria