A cura di MIUR - Direzione Generale per il coordinamento la promozione e la valorizzazione della ricerca

Progetto NINFEA, i dati messi a disposizione di tutti

Progetto NINFEA, i dati messi a disposizione di tutti

La Convenzione Internazionale ONU sui Diritti dell'Infanzia tutela, all'articolo 24, la salute di bambini e minori obbligando gli Stati che hanno ratificato la Convenzione stessa, a garantire il diritto del minore di godere del miglior stato di salute possibile, e l’Europa ha posto in essere numerosi interventi normativi e pratici per garantire ai bambini ed ai minori dei Paesi dell'Area UE i diritti enunciati dalla Convenzione.

NINFEA (Nascita e INFanzia: gli Effetti dell’Ambiente) è un progetto scientifico promosso e coordinato dall'Unità di Epidemiologia dell'Università degli Studi di Torino e dell'AOU Città della Salute e della Scienza di Torino diretta dal prof. Franco Merletti collaborazione con l’AOU Meyer di Firenze nato con l’intento di migliorare la conoscenza dei fattori che influenzano la salute dei bambini, dalla gravidanza, alla nascita e fino all’infanzia.

Nel 2005 è stata selezionato un gruppo di 7.500 mamme e bambini, controllati negli anni a seguire, a partire dalla gravidanza utilizzando Internet, attraverso il cosiddetto studio di coorte, indagine scientifica nella quale un gruppo di persone (la coorte) viene osservato nel corso degli anni, per rilevare eventi di interesse sanitario identificando sia i fattori di rischio che i fattori protettivi:

Grazie all’indagine è stato possibile osservare ed registrare le complicanze durante la gravidanza (come diabete e ipertensione), i problemi del neonato (nascita prematura, basso peso, malformazioni congenite), alcuni problemi di salute dell'infanzia (asma, obesità, disturbi neurocognitivi) e più in generale lo sviluppo dei bambini, fino all'adolescenza

Grazie alla partecipazione al progetto di un numero così elevato di mamme e bambini, oggi NINFEA è considerata una delle maggiori coorti in Europa e la prima e più grande coorte reclutata e seguita tramite web con lo straordinario risultato di poter contribuire al progresso delle conoscenze sulle cause delle malattie e condividendo i risultati ottenuti fino ad oggi con la comunità scientifica internazionale.

Dopo più di dieci anni dall’avvio, il progetto NINFEA entra in una nuova fase di condivisione del patrimonio acquisito grazie ai dati raccolti, con la creazione, sul sito web del progetto, di un’area accessibile da chiunque nella quale è possibile consultare una parte dei dati acquisiti nel corso del decennio tramite la compilazione dei questionari da parte delle mamme.

I dati sono ora organizzati in tre filoni tematici: mappe, gravidanza e bambino, anche se si prevede la creazione di una sezione che preveda il contributo attivo da parte delle mamme partecipanti, arricchendo via via i contenuti.

Nonostante siano passati dieci anni dall’avvio dello studio, il progetto NINFEA ha ancora una prospettiva temporale di lunga durata, ed è in grado di creare un prezioso patrimonio di dati per la ricerca scientifica: il lancio dei Dati NINFEA si innesta dunque in un’ottica di progressiva valorizzazione delle conoscenze acquisite nel corso del tempo.

Data pubblicazione 14/04/2016
Fonte Progetto Ninfea
Tag Scienze della vita , Smart Communities
Approfondimenti