A cura di MIUR - Direzione Generale per il coordinamento la promozione e la valorizzazione della ricerca

Ponti stradali in sicurezza con il progetto SUREbridge

Ponti stradali in sicurezza con il progetto SUREbridge

L’adeguamento strutturale dei ponti stradali esistenti è un problema di fondamentale importanza per la sicurezza pubblica, come dimostrato anche da recenti fatti di cronaca riguardanti crolli di viadotti autostradali”. A parlare è Paolo Sebastiano Valvo del Dipartimento di Ingegneria Civile e Industriale dell’Università di Studi di Pisa, che assieme ad altri partner di ricerca europei sta mettendo a punto una soluzione innovativa, efficace e sostenibile per la messa in sicurezza dei ponti stradali.

Avviato nell’ottobre 2015, il progetto di ricerca SUREbridge sta sperimentando l’utilizzo di materiali compositi fibro-rinforzati (FRP) nei ponti stradali in cemento che, nella maggior parte dei casi, necessitano di essere abbattuti e ricostruiti per le operazioni di messa in sicurezza. Più in dettaglio, la tecnica consiste nell’applicazione di pannelli di fibra di vetro all’impalcato esistente, cioè alle strutture di sostegno del piano stradale, e di laminati di fibra di carbonio nella parte inferiore del ponte.

Questo tipo di intervento consente, inoltre, di allargare la sede stradale dove necessario, ad esempio aggiungendo marciapiedi e piste ciclabili – aggiunge l’ingegnere Erika Davini collaboratrice del progetto nel team dell’Università di Pisa. Per testare le potenzialità di questa soluzione, i ricercatori hanno selezionato, come caso studio, un ponte a San Miniato, in provincia di Pisa, che è stato sottoposto ad analisi strutturale e su cui è stata effettuata una proposta di ampliamento e rinforzo.

I ricercatori dell’Ateneo pisano hanno inoltre simulato, mediante complessi modelli, il comportamento di travi prototipo da testare in laboratorio per dimostrare l’efficacia della tecnica, e sviluppato anche un apposito software per consentire agli ingegneri di valutare rapidamente la capacità portante dei ponti rinforzati. Al progetto SUREbridge prendono parte anche la Chalmers University of Technology di Göteborg in Svezia e le aziende FiberCore Europe di Rotterdam e AICE Consulting di San Giuliano Terme (Pisa).

 

Data pubblicazione 23/11/2017
Fonte Università degli Studi di Pisa
Tag Scienze fisiche e ingegneria