A cura di MIUR - Direzione Generale per il coordinamento la promozione e la valorizzazione della ricerca

Più natura in città, Bologna nel progetto UE Connecting Nature

Più natura in città, Bologna nel progetto UE Connecting Nature

Portare le città alla vita, portare la vita nelle città” è il motto di Connecting Nature: un’azione di innovazione finanziata dall’Unione Europea con quasi 12 milioni di euro, che ha recentemente preso il via sotto il coordinamento del Trinity College di Dublino. 

Al progetto – dal nome esteso Coproduction with Nature for City Transitioning, Innovation and Governance – l’Italia partecipa con la Città metropolitana di Bologna.  Lo scopo dell’intervento è far diventare l'Europa leader mondiale nell’ideazione e adozione di soluzioni innovative per l’introduzione di elementi naturali nei contesti urbani. 

In particolare, attraverso l’azione Connecting Nature – finanziata dal Programma per la Ricerca e Innovazione dell’Unione Europea, Horizon 2020 11 città europee investiranno nell'attuazione su larga scala di soluzioni basate sulla natura, misureranno l'impatto dell’approccio adottato e condivideranno la loro esperienza a livello globale. 

Il progetto a cui partecipa la città di Bologna si propone di individuare e promuovere nuove risposte alla sfida dell’urbanizzazione: un fenomeno in crescita che – secondo le previsioni – porterà, entro il 2050, all’80% la quota di popolazione europea che vive nelle città.

In uno scenario di questo tipo, nuove soluzioni volte a integrare la natura nei contesti urbani possono contribuire a contrastare le conseguenze dell’urbanizzazione incontrollata, il degrado delle città, l’inquinamento di aria, acqua e suolo e i suoi effetti sulla salute dei cittadini, i cambiamenti climatici e l’allarmante aumento del rischio di catastrofi naturali. 

I partner del consorzio Connecting Nature intendono costituire una community di città orientate a rinforzare le reciproche capacità di individuare politiche e pratiche volte a migliorare la resilienza, l’innovazione e la governance dei contesti urbani. 

Riunendo amministrazioni comunali, piccole e medie imprese, mondo accademico e società civile, il progetto punta a produrre conoscenze utilizzabili in tutte le città e a diffonderle attraverso strategie di moltiplicazione. I dati e i risultati del progetto saranno condivisi sulla piattaforma Oppla

Data pubblicazione 17/07/2017
Fonte Città metropolitana di Bologna
Tag Design, creatività e Made in Italy , Scienze della vita