A cura di MIUR - Direzione Generale per il coordinamento la promozione e la valorizzazione della ricerca

Meno inquinamento per i veicoli pesanti con il progetto HDGAS

Meno inquinamento per i veicoli pesanti con il progetto HDGAS

Il miglioramento della qualità dell’aria e la riduzione dei gas serra passa anche attraverso l’innovazione tecnologica dei trasporti su gomma. In quest’ottica la Commissione Europea, nell’ambito di Horizon 2020, ha finanziato con circa 20 milioni di euro il progetto europeo HDGAS - Heavy Duty Gas Engines integrated into Vehicles, che vede tra i protagonisti il Politecnico di Milano.

L’obiettivo di HDGAS è quello di sviluppare, dimostrare e ottimizzare nuove tecnologie chiave per i veicoli pesanti alimentati a gas naturale, che porti a soddisfare gli attuali standard Euro 6. La sperimentazione prevede l’installazione di tre diversi motori – Volvo, Iveco, MAN – su altrettanti veicoli dimostrativi, assieme allo sviluppo di innovativi impianti di alimentazione del gas naturale e sistemi di post-trattamento dei gas di scarico.

I nuovi veicoli dovranno garantire la riduzione di almeno il 10% delle emissioni di CO2 rispetto ai risultati ottenuti con tecnologie pre-esistenti; garantire almeno 800 km di autonomia prima del rifornimento di gas naturale; ed essere competitivi con i migliori veicoli convenzionali in termini di prestazioni, durata, vita del motore e sicurezza.

Il lavoro dei ricercatori del Dipartimento di Energia del Politecnico di Milano è quello di sviluppare nuovi sistemi catalitici di post-trattamento dei gas di scarico da motori alimentati a gas naturale, indispensabili per il raggiungimento dei target europei sulle emissioni. I ricercatori italiani hanno inoltre effettuato delle simulazioni a supporto delle attività di progettazione e sviluppo di nuove camere di combustione per i motori a gas, in modo da renderli più efficienti e “green”.

Il progetto HDGAS, iniziato nel 2015, vede la collaborazione di 19 partner europei quali: AVL, BorgWarner, BOSCH, Daimler, Dinex EcoCAT, FPT, Idiada, IVECO, MAN, Ricardo, SAG, TNO, TUGraz, University of Eastern Finland, UASE, Uniresearch, VOLVO, ViF, Westport, oltre al Politecnico di Milano.

Data pubblicazione 05/03/2018
Fonte Politecnico di Milano
Tag Mobilità sostenibile , Scienze fisiche e ingegneria