A cura di MIUR - Direzione Generale per il coordinamento la promozione e la valorizzazione della ricerca

MareFVG e eXactlab presentano OpenviewSHIP

MareFVG e eXactlab presentano OpenviewSHIP

La crisi che ha coinvolto tutti i settori industriali ha colpito con durezza la cantieristica navale, che ha cercato una risposta adeguata alle sfide di mercato, promuovendo il cambiamento settoriale verso lo sviluppo di un’industria realmente competitiva e sostenibile in grado di progettare e produrre navi ad alta tecnologia e strutture marittime che soddisfino le prescrizioni più stringenti in fatto di ecologia e sicurezza.

Per raggiungere questo scopo, ricerca e innovazione sono indispensabili per indirizzare la cantieristica verso navi a emissioni zero e ad alta efficienza energetica, a navi a zero incidenti tecnici oltre che alle opportunità di mercato emergenti.

L’innovazione del settore può iniziare fin dalla fase della progettazione e in questo senso la simulazione al computer può sostituire la progettazione navale tradizionale riducendo tempi, costi e rischi dei test effettuati con modelli reali.

Tuttavia, per arrivare ad un’interazione realistica in grado di replicare fedelmente il comportamento di un modello virtuale di nave con l’ambiente acquatico non basta un semplice computer sulla scrivania ma è necessario un supercomputer in grado manipolare grandi quantità di informazioni.

Queste informazioni, però, per essere trasferite dal High Performance Computing (HPC) al computer dell’operatore richiedono un notevole lasso di tempo, fino a diverse ore per ogni simulazione.

OpenviewSHIP, il progetto coordinato da mareFVG, il cluster tecnologico marittimo del Friuli Venezia Giulia, ha realizzato un sistema computazionale che consente ai diversi collaboratori, a prescindere dalla loro ubicazione, di interagire agilmente su uno stesso progetto utilizzando qualsiasi dispositivo a disposizione, dal comune computer desktop all’iPad, operando direttamente con il supercomputer in remoto.

Capofila del progetto OpenviewSHIP è eXact lab, startup innovativa del Friuli Venezia Giulia, con la partnership dell’Università degli Studi di Trieste, SISSA, CETENA spa e Spring Firm, mentre la Regione Friuli Venezia Giulia è l’ente finanziatore del progetto.

“Abbiamo creato un ecosistema computazionale per le simulazioni, chiamato Viznode, che permette la visualizzazione remota ad alta efficienza dei risultati ottenuti con le simulazioni”, spiegano Luca Heltai, matematico della SISSA e Francesco De Giorgi, amministratore di eXact lab, coinvolti nel progetto.

“Grazie all’aggiunta di strumenti di visualizzazione remota, Viznode gestisce anche la parte di analisi dei risultati, che di norma veniva eseguita su computer da scrivania molto potenti.  Ora anche dal computer più modesto, o da un tablet, magari anche uno smartphone, si può gestire tutto il processo da remoto” precisa De Giorgi. Tutto il ciclo della simulazione navale viene eseguito direttamente sul supercomputer, dalla progettazione, alla simulazione fino all’analisi dei risultati.

I vantaggi sono enormi. “Le grandi compagnie di costruzione navale potrebbero investire in un’unica potente infrastruttura come un supercomputer, e permettere a tutti i loro ingegneri di fare simulazioni, condividere o analizzare i risultati in modo veloce e agevole, senza il bisogno di lunghissime e impraticabili attese per il trasferimento dei dati tra una sede e l’altra”. Cosi ha infatti già fatto CETENA, fra i partner del consorzio, che ha adottato le tecnologie sviluppate nel progetto.

Anche le piccole e medie aziende potranno dotarsi di OpenviewSHIP potendo, senza dover fare grandi investimenti in macchinari costosi, appoggiarsi a infrastrutture esistenti. Il Viznode viene infatti offerto da eXact lab sia come soluzione dedicata che come servizio di cloud computing. “Si tratta di uno dei risultati più tangibili del progetto, con possibili ricadute sul tessuto regionale delle piccole e medie aziende,” conclude Heltai.

Data pubblicazione 09/06/2017
Fonte OpenViewShip
Tag Blue growth , Scienze fisiche e ingegneria
Approfondimenti