A cura di MIUR - Direzione Generale per il coordinamento la promozione e la valorizzazione della ricerca

Il Polimi partecipa al progetto Sharing Cities

Il Polimi partecipa al progetto Sharing Cities

Il Politecnico di Milano parteciperà, attraverso Il Dipartimento di Architettura e Studi Urbani - DAStU e il Dipartimento di Energia - DENG al progetto Sharing Cities, un’iniziativa nata per sviluppare soluzioni innovative e integrate verso la realizzazione della smart city, finanziata nell’ambito della call H2020 Smart Cities and Communities (SCC1).

Il progetto coinvolge più di 30 partner provenienti da industria, università e ONG di 6 paesi europei (Regno Unito, Portogallo, Italia, Francia, Bulgaria e Polonia), con l’obiettivo di creare dei distretti smart in 3 “lighthouse cities” (Londra, Lisbona, Milano) e tre “fellow cities” (Bordeaux, Burgas, Varsavia), coinvolgendo i cittadini, anche al fine di diffondere il concetto di Smart City tra la gente comune.

Il progetto è coordinato dalla Greater London Authority, e interesserà prima le tre città “faro”, Milano, Londra, Lisbona e successivamente, al temine della realizzazione di un primo quartiere “smart” le tre città “fellow” Bordeaux, Burgas e Varsavia, nelle quali sarà replicato il modello realizzato.

I dieci obiettivi del progetto sono:

  • Aggregare la domanda e implementare soluzioni “intelligenti” per le città
  • Sperimentare modelli innovativi comuni e replicabili
  • Attrarre nuovi investimenti
  • Accelerare l’adozione di soluzioni “intelligenti” per le città
  • Creare quartieri pilota ad emissione “quasi” zero
  • Cambiare il modo di pensare all’approvvigionamento energetico a favore di fonti locali rinnovabili
  • Promuovere nuovi modelli di mobilità elettrica
  • Coinvolgere i cittadini nella progettazione degli interventi
  • Valorizzare le informazioni degli open data per erogare servizi rispondenti ai reali bisogni dei cittadini
  • Favorire l’innovazione a livello locale per creare nuove imprese e nuove opportunità di lavoro

Nel corso del progetto, in ogni città coinvolta saranno implementate e sperimentate soluzioni innovative e smart, caratterizzate da un alto livello di replicabilità e di efficacia, nei settori della mobilità elettrica, dell’efficienza energetica degli edifici, dell’illuminazione pubblica, dell’ICT.

Mentre a Londra il progetto interesserà la zona di Greenwich e a Lisbona il centro storico, a Milano saranno convolte le zone di Porta Romana e Vettabbia nelle quali, con il coordinamento del Politecnico di Milano, saranno attuati gli interventi, sia di riqualificazione energetica degli edifici, sia per la diffusione della mobilità elettrica con l’installazione di colonnine per la ricarica dei veicoli e l’organizzazione del car sharing elettrico, implementando un Energy Management System per integrare ed ottimizzare le fonti di energia presenti nel distretto. Sarà infine creata una piattaforma finalizzato al coinvolgimento attivo della popolazione.

Il progetto è per sua natura aperto all’ascolto e alla partecipazione di tutti gli interessati, stimolando processi di co-design, progettazione partecipata e collaborativa

Sharing Cities è un’iniziativa quinquennale finanziata dal programma H2020 con 24 milioni di Euro con la prospettiva di attivare 500 milioni di investimenti impegnando oltre 100 comuni in tutta Europa dell’Unione Europea.

Data pubblicazione 24/07/2017
Fonte POLIMI
Tag Mobilità sostenibile , Smart Communities
Approfondimenti