A cura di MIUR - Direzione Generale per il coordinamento la promozione e la valorizzazione della ricerca

ERMES: un progetto per migliorare la risicoltura con il rilevamento spaziale

ERMES: un progetto per migliorare la risicoltura con il rilevamento spaziale

Un gruppo di ricercatori europei, coordinati dall'Istituto per il Rilevamento Elettromagnetico dell'Ambiente del Consiglio Nazionale delle Ricerche (IREA-CNR), sta sviluppando metodi ad alta tecnologia per monitorare le coltivazioni di riso, in modo da aumentare i raccolti e incoraggiare l'agricoltura sostenibile.

hermes2_400Il riso è la più importante coltura a livello globale. La seconda in termini di superficie coltivata, dopo il grano, ma di gran lunga la principale in termini di consumo umano. Le variazioni nella produzione e nella disponibilità di riso possono causare crisi alimentari e variazioni di prezzo che si ripercuotono negativamente a livello sociale, politico ed economico. Il progetto ERMES (An Earth obseRvation Model based RicE information Service) si propone di sviluppare metodi ad alta tecnologia per monitorare le coltivazioni di riso, utilizzando dati satellitari e sensoriali, per fornire agli agricoltori migliori informazioni e permettere previsioni dei raccolti più precise.

ERMES è coordinato dall'Istituto per il Rilevamento Elettromagnetico dell'Ambiente del Consiglio Nazionale delle Ricerche (CNR-IREA) e coinvolge i ricercatori di quattro Paesi europei con importanti competenze in diversi campi scientifici, come il rilevamento a distanza, l'agronomia e le tecnologie dell'informazione. A lungo termine, il progetto si propone di dare un contributo durevole per un’agricoltura sostenibile e competitiva in Europa, mediante la riduzione dei costi di produzione, il raggiungimento di efficienze e la riduzione dell’impatto ambientale del settore.

I dati raccolti saranno distribuiti a utenti locali e regionali per mezzo di due servizi basati sul web: Local Rice Service (LRS) e Regional Rice Service (RRS).

foto_ermes_400L’LRS sarà rivolto agli agricoltori e al settore dei servizi agricoli, fornirà informazioni preziose agli agricoltori sulla variabilità del raccolto, i potenziali pericoli e i danni alle colture a livello dell’azienda agricola. Il servizio aiuterà gli agricoltori a pianificare dove spruzzare i pesticidi, a prevedere quali varietà di riso crescerebbero meglio e quali parti del campo potrebbero aver bisogno di fertilizzanti. Per aiutare la raccolta di questo tipo di informazioni, si stanno sviluppando applicazioni intelligenti personalizzate per telefoni cellulari o tablet. Queste applicazioni permetteranno agli agricoltori e agli operatori di raccogliere dati per poi caricarli automaticamente nel database di ERMES. Il servizio consentirà anche di inviare messaggi e immagini geotaggati con informazioni sulle particolari condizioni del campo.

L’RRS invece sarà una risorsa personalizzata di agro-monitoraggio per la mappatura delle colture, la stima del raccolto e la previsione dei rischi. Queste informazioni potranno essere usate dagli esperti degli enti regionali per coadiuvare, per esempio, la produzione di bollettini digitali sui rischi per le coltivazioni di riso e per la previsione dei raccolti. Il servizio permetterà agli operatori regionali di ricevere, visualizzare e analizzare le informazioni su scala regionale. Il progetto ERMES terminerà nel 2017.

Data pubblicazione 31/03/2015
Fonte Cordis
Approfondimenti