A cura di MIUR - Direzione Generale per il coordinamento la promozione e la valorizzazione della ricerca

Economia circolare: firmato il primo Patto dell’Innovazione sulla gestione dell’acqua

Economia circolare: firmato il primo Patto dell’Innovazione sulla gestione dell’acqua

La Commissione Europea ha firmato assieme ad altri 14 partner - tra autorità nazionali e regionali, università, centri di ricerca, innovatori e utenti finali -  il Patto dell’Innovazione sul “Trattamento sostenibile delle acque reflue combinando la tecnologia dei bioreattori a membrana anaerobica (AnMbR) e il riuso dell'acqua”.

Si tratta del primo esempio di Patto dell’Innovazione: uno strumento lanciato a livello europeo con l’obiettivo di aiutare gli innovatori a superare gli aspetti normativi percepiti come ostacoli all’innovazione, e a promuovere una migliore regolamentazione. Basato sulla cooperazione tra innovatori e autorità nazionali, locali ed europee, il Patto dell’Innovazione è un accordo volontario concepito nell’ambito del pacchetto di misure sull'economia circolare adottato dalla Commissione Europea.

Il Patto sul “Trattamento sostenibile delle acque reflue combinando la tecnologia dei bioreattori a membrana anaerobica (AnMbR) e il riuso dell’acqua" si focalizzerà, in particolare, su un quadro normativo esistente riguardante il riutilizzo dell’acqua per finalità agricole. L’intento è chiarire come la legislazione europea possa consentire un migliore recupero di risorse dalle acque reflue attraverso l’innovazione. A questo scopo saranno esplorate le soluzioni volte a superare gli ostacoli all’innovazione percepiti, il loro possibile impatto, e saranno individuati gli stakeholder da coinvolgere.

L’Iniziativa può avere un impatto rilevante nelle regioni caratterizzate da scarsità di acqua, aprendo le porte a soluzioni innovative per l’introduzione di nuove fonti di irrigazione in agricoltura. L’obiettivo è fornire un quadro più chiaro della situazione normativa entro la fine dell’anno.

Data pubblicazione 18/05/2017
Fonte Commissione Europea