A cura di MIUR - Direzione Generale per il coordinamento la promozione e la valorizzazione della ricerca

Dato l’avvio al progetto RELOS3

Dato l’avvio al progetto RELOS3

Il 20 e 21 febbraio scorsi, 17 rappresentanti provenienti dai 7 paesi europei che partecipano al progetto  RELOS3 si sono incontrati a Sabadell, in Spagna, per dare l’avvio al progetto.

Il progetto RELOS3 fa parte del Programma di cooperazione territoriale europea transnazionale Interreg Central Europe che coinvolge le regioni di 9 Stati UE dell'Europa Centrale, uno dei programmi di cooperazione territoriale europea 2014-2020 finanziati dal Fondo europeo di sviluppo regionale (Fesr).

Nel periodo 2014-2020, tutte le regioni dell'UE hanno scelto le cosiddette Strategie di Specializzazione Intelligente (Smart Specialisation Strategies) per promuovere l'innovazione e la crescita economica.

Il progetto, al quale partecipano partner provenienti da Estonia, Grecia, Italia, Malta, Paesi Bassi, Polonia e Spagna, è finalizzato al miglioramento delle politiche di sviluppo economico e innovativo nell’attuazione di strategie di specializzazione intelligente, coinvolgendo partner locali, come le imprese innovative, i centri di ricerca, le associazioni di imprese, ma anche le autorità locali e le università, collaborando con Le quali si intende rendere più efficace la spesa dei fondi europei.

Il progetto, che durerà cinque anni con un budget complessivo è di € 1.4 milioni, di cui € 1.2 milioni da fondi europei, raggiungerà i suoi obiettivi confrontando, valutando e testando nuove metodologie mai utilizzate coinvolgendo, per esempio, i cittadini nella strategia da adottare, oppure sondando la possibilità di combinare i fondi europei con altre tipologie di fondi.

Il project manager Gerard Mayol ha commentato: “Ci aspettiamo che RELOS3 possa fornire rilevanti soluzioni che permettano ai partner locali di essere maggiormente coinvolti nelle Strategie di Specializzazione Intelligente (Smart Specialisation Strategies) e a più organizzazioni di mettere a profitto i fondi europei. L’effetto rete avrà un forte impatto a questo scopo”.

Il progetto, di cui è capofila l'Economic Development Agency of Sabadell, Spain, vede la partecipazione dei seguenti partner: Città di Tartu (Estonia), Regione della Macedonia dell’Ovest (Grecia), Corporazione Industriale di Malta (Malta), Autorità locale di Emmen (Olanda), Regione Wielkopolska (Polonia) e per l’Italia la Città Metropolitana di Bologna.

Data pubblicazione 15/03/2017
Fonte Città Metropolitana di Bologna
Tag Smart Communities
Approfondimenti