A cura di MIUR - Direzione Generale per il coordinamento la promozione e la valorizzazione della ricerca

Tecnologie avanzate identificano virus influenzale

Tecnologie avanzate identificano virus influenzale

In alcuni casi è difficile individuare un virus influenzale. L’Unità Operativa Complessa di Virologia dell’Azienda Ospedaliero-Universitaria di Parma ha messo a punto un metodo che utilizza tecnologie avanzate per individuare un virus di specie A sottotipo H3.

Il risultato è stato raggiunto con l’utilizzo di un microscopio elettronico a trasmissione (x 280.000) da Flora De Conto e Maria Cristina Arcangeletti e collaboratori nel Laboratorio di Virologia Molecolare dell’Unità Operativa parmense, diretta da Adriana Calderaro, Direttore della Scuola di Specializzazione in Microbiologia e Virologia e afferente al Dipartimento di Medicina e Chirurgia dell’Università di Parma.

Il successo è stato ottenuto attraverso l’applicazione combinata di diverse metodologie diagnostiche, rafforzando le possibilità di rilevamento di agenti virali, quali influenza, in campioni biologici.

Nello specifico, è stato identificato un virus influenzale ricevuto in condizioni non idonee all’applicazione del percorso diagnostico classico, che prevede l’utilizzo di colture cellulari. Ma grazie all’utilizzo di tecnologie molecolari avanzate è stato possibile fornire una diagnosi di laboratorio tempestiva di infezione da virus influenza A, utilizzando un tampone faringeo di un paziente adulto.

Questo dimostra che è possibile fornire risposte efficaci e tempestive ai pazienti, come la diagnosi di laboratorio delle infezioni causate da virus, in strutture come l’Unità Operativa Complessa di Virologia, grazie all’utilizzo di competenze specialistiche del Virologo clinico e di metodologie diagnostiche avanzate.

Data pubblicazione 13/12/2018
Fonte UNIPR
Tag Salute , Scienze della vita