A cura di MIUR - Direzione Generale per il coordinamento la promozione e la valorizzazione della ricerca

Sicurezza informatica, hacker etici italiani conquistano storica finale a Las Vegas

Sicurezza informatica, hacker etici italiani conquistano storica finale a Las Vegas

I mHACKeroni, squadra di giovani “hacker etici” italiani, si sono classificati secondi (su 586 squadre) alle qualifiche del DEF CON CTF, la più importante competizione capture the flag di sicurezza informatica a livello mondiale.

È un risultato storico e il miglior piazzamento mai ottenuto da una squadra italiana, che  si è classificata al secondo posto, appena dietro i “Samurai” ma prima dei campioni in carica della Carnegie Mellon University.

I quaranta giovani hacker italiani che hanno partecipato alle qualifiche, si sono sfidati nel weekend del 12 e 13 maggio negli spazi del laboratorio NECST del Politecnico di Milano, cimentandosi in sfide di vario genere e difficoltà nel campo della cybersecurity, e più in generale di informatica, per 48 ore ininterrotte.

In particolare durante una gara di “Capture The Flag” i partecipanti si sfidano identificando problemi di sicurezza informatica creati ad hoc dagli organizzatori al fine di sfruttarli per conquistare dati sensibili e al tempo stesso difendersi dagli attacchi dei team avversari.

I “mHACKeroni” sono una “super-squadra” che nasce dalla fusione di cinque squadre italiane: i “Tower of Hanoi” del Politecnico di Milano, i “c00kies@venice” dell’Università Ca' Foscari Venezia, gli “spritzers” dell’Università degli Studi di Padova, i “TheRomanXpl0it” della Sapienza di Roma e gli “JBZ”, una squadra italiana indipendente.

Durante le finali del DEF CON 26, che si terranno dal 9 al 12 agosto a Las Vegas, i mHACKeroni si scontreranno con i migliori team al mondo, provenienti sia dall’ambito accademico che professionale.

Data pubblicazione 11/06/2018
Fonte UNIVE
Tag Smart Communities