A cura di MIUR - Direzione Generale per il coordinamento la promozione e la valorizzazione della ricerca

Scoperto il ruolo dell’istamina durante il digiuno

Scoperto il ruolo dell’istamina durante il digiuno

L’istamina gioca un ruolo fondamentale nell’interazione tra fegato e intestino durante il digiuno: questo il risultato di uno studio realizzato da ricercatori del Dipartimento di Scienze della Salute e del Dipartimento di Neuroscienze, Psicologia, Area del Farmaco e Salute del Bambino dell’Università di Firenze.

La ricerca, pubblicata su Cell Metabolism, è stata condotta da Gustavo Provensi e Beatrice Passani dell’ateneo fiorentino, in collaborazione con l’Istituto Italiano di Tecnologia e con la University of California di Irvine.

L’obiettivo dello studio era quello di comprendere il meccanismo di risposta del metabolismo del nostro organismo quando, durante il digiuno, finisce le riserve di glucosio.

I mammiferi si adeguano ai periodi di scarsità di cibo producendo nel fegato i corpi chetonici che, rilasciati nel sangue, sono utilizzati dal cervello, dai muscoli e da altri organi come carburante.

Il team di ricerca ha scoperto che la risposta del fegato viene innescata dai mastociti, cellule probabilmente localizzate nella mucosa intestinale, che rilasciano istamina nel sangue. Al rilascio di istamina segue, l’attivazione di recettori istaminici H1 nel fegato, e di conseguenza la sintesi dell’oleoiletanolamide che, a sua volta, determina la produzione dei corpi chetonici.

Data pubblicazione 17/12/2018
Fonte UNIFI
Tag Salute