A cura di MIUR - Direzione Generale per il coordinamento la promozione e la valorizzazione della ricerca

Scoperta nuova area visiva del cervello

Scoperta nuova area visiva del cervello

Secondo uno studio portato avanti da neuroscienziati italiani e pubblicato su Current Biology, esiste nella corteccia cerebrale, una zona denominata prostriata, specializzata nel rilevare ed analizzare gli oggetti che si muovono ad alta velocità, captati nella periferia del campo visivo.

La ricerca, è stata condotta da Kyriaki Mikellidou e Maria Concetta Morrone dell’Università di Pisa, oltre a David Burr dell’Università di Firenze e Jan Kurzawski , dottorando in Neuroscienze. Il gruppo è stato supportato da Vincenzo Greco dell’Istituto di Ottica del CNR che ha progettato e realizzato uno speciale dispositivo dedicato a stimolare ampie regioni di campo visivo con immagini ad alta velocità.

Utilizzando la risonanza magnetica funzionale, tecnica che negli ultimi 25 anni ha potenziato le ricerche in neuroscienze, è stato notato che quest’area, invece di analizzare le informazioni provenienti dalla fovea, zona che maggiormente fornisce informazioni alle altre aree corticali visive, è implicata nell’elaborazione degli stimoli provenienti dalla periferia del campo visivo.

Comprendere il funzionamento di questa area può generare importanti ricadute in ambito clinico” afferma la professoressa MorroneAd esempio, nel morbo di Alzheimer sono state osservate degenerazioni che anatomicamente corrispondono all’area prostriata: queste alterazioni potrebbero contribuire al disorientamento spaziale e alla mancanza di equilibrio, caratteristici di questa malattia negli stadi iniziali”.

Secondo il professor Burr, le ricerche effettuate su quest’area hanno mostrato che, sebbene piccola, contiene una “mappa” completa e organizzata del mondo esterno, rispondendo esclusivamente a stimoli in rapido movimento, come ad esempio stimoli transienti che richiedono un’immediata risposta di fuga.

Data pubblicazione 06/11/2017
Fonte UNIFI
Tag Salute , Scienze della vita