A cura di MIUR - Direzione Generale per il coordinamento la promozione e la valorizzazione della ricerca

Scende il consumo di alcol tra i preadolescenti

Scende il consumo di alcol tra i preadolescenti

In virtù degli investimenti fatti a favore delle famiglie, sembrerebbero in diminuzione gli adolescenti che fanno uso di alcol in Europa e in Nord-America. Lo dice una ricerca condotta dall’Università di Padova, pubblicata su Drug & Alcohol Review.

Lo studio è stato realizzato da Alessio Vieno e Gianmarco Altoè del dipartimento di Psicologia dello sviluppo e della socializzazione dell’ateneo patavino, in collaborazione con l’australiana Trobe University di Melbourne e la canadese McGill University.

Sono stati analizzati i dati relativi all’uso di alcolici tra il 2002 e il 2014 di 175.331 studenti quindicenni europei e nord-americani ed è stata evidenziata un’astensione dall’uso di alcolici incrementata dal 21% nel 2002 al 35% nel 2014.

Gli adolescenti sono considerati un gruppo ad alto rischio per i problemi legati all’uso di sostanze psicotrope. Per questo motivo, in accordo con l’OMS, è stato necessario pensare a come ritardare quanto più possibile il contatto e l’abuso di alcolici nella fase adolescenziale.

Sembrano esserci alcuni elementi contestuali molto rilevanti ad aumentare la probabilità che i preadolescenti si astengano dall’uso di alcol” - spiega il professor Vieno - “in particolare, sembra che le spese fatte negli ultimi 15 anni a livello statale soprattutto in termini di benefit per la famiglia abbia generato un incremento notevole dei preadolescenti che si astengono dall’entrare in contatto con gli alcolici in età precoce”.

Lo studio ha infatti messo in evidenza che questo trend è molto più pronunciato nelle nazioni dove è maggiore la spesa in salute pubblica, confermando come l’ investimento si traduca in una minor predisposizione all’alcol, con ripercussioni in termini di riduzione della spesa pubblica e di futuri disagi in età adulta.

Data pubblicazione 25/05/2018
Fonte UNIPD
Tag Salute , Scienze umanistiche e sociali