A cura di MIUR - Direzione Generale per il coordinamento la promozione e la valorizzazione della ricerca

SafeSchool, l’app di ENEA per stimare gli edifici scolastici

SafeSchool, l’app di ENEA per stimare gli edifici scolastici

Si chiama SafeSchool 4.0 l’app per smartphone e tablet messa a punto da ENEA, scaricabile gratuitamente, che misura consumi energetici e caratteristiche strutturali degli edifici scolastici in maniera semplice e a basso costo, permettendo una prima valutazione dei possibili interventi di messa in sicurezza, riqualificazione ed efficientamento.

Concepita dagli esperti dell’ENEA per sostenere tecnici e responsabili nell’esame strutturale delle scuole, SafeSchool 4.0 consente di ottenere risultati con la massima affidabilità e sicurezza, solo quando è utilizzata da tecnici abilitati (periti, geometri, architetti ed ingegneri) che operano nel settore dell’edilizia scolastica. In assenza di dati o di informazioni specialistiche non è possibile ottenere risultati.

Inserendo le informazioni necessarie, l’applicativo fornisce un report dei rilievi completo di foto, il livello della classe di merito energetica e gli interventi necessari per ottimizzarne la prestazione, gli elementi di vulnerabilità strutturale e gli interventi richiesti per migliorare la sicurezza dell’edificio, oltre ad un file con tutte le informazioni inserite dal tecnico.

L’ENEA sta inoltre predisponendo una piattaforma informatica per pianificare gli interventi, individuando le aree in cui le scuole richiedono le azioni più urgenti, da razionalizzare in un unico progetto di recupero degli edifici esistenti.

SafeSchool 4.0 è una iniziativa dell’ENEA per Italia in Classe A, la prima Campagna Nazionale triennale di informazione e formazione sull`Efficienza Energetica, promossa dal Ministero dello Sviluppo Economico e realizzata dall`ENEA, nata per dare attuazione all`art.13 del D. Lgs. 102/2014 per far conoscere l`importanza del risparmio, dell`efficienza energetica, fornendo strumenti e opportunità per realizzarli.

Data pubblicazione 13/03/2018
Fonte ENEA
Tag Tecnologie per gli Ambienti di Vita