A cura di MIUR - Direzione Generale per il coordinamento la promozione e la valorizzazione della ricerca

Quali alternative al rame in agricoltura?

Quali alternative al rame in agricoltura?

Finanziato con 4 milioni di Euro da Horizon 2020 il progetto che cercherà alternative all’uso del rame e degli insetticidi nelle colture di maggior interesse per il Trentino.

In prima linea nella realizzazione del progetto il Centro Agricoltura Alimenti Ambiente - C3A, struttura accademica costituita da Fondazione Edmund MachUniversità di Trento, in stretta sinergia con il Centro Ricerca e Innovazione FEM, insieme a industrie e istituzioni europee di spicco.

Questo finanziamento è il primo risultato dell’accordo Fondazione Edmund Mach e Università di Trento” sottolinea Andrea Segrè, presidente FEM “In questo progetto, quasi un quarto del budget verrà destinato alla sperimentazione diretta nelle aziende biologiche”.

L’iniziativa intende facilitare l’adozione di strumenti e tecnologie sicure per l’ambiente, economicamente sostenibili per gli agricoltori, approfondendo metodi naturali di agricoltura bio.

Coordinato dal Forschungsinstitut fuer Biologischen Landbau Stiftung - FIBL, il più importante centro per la ricerca in agricoltura biologia in Europa, il progetto durerà quattro anni, finalizzato al trasferimento delle migliori soluzioni innovative nel mondo produttivo, dopo una fase di sperimentazione che coinvolgerà le aziende agricole biologiche coordinate dall’InternationalFederation of Organic Agriculture Movements European Union - IFOAM-EU; per l’Italia le aziende coordinate da Federbio.

Data pubblicazione 27/06/2018
Fonte UNITN
Tag Agrifood , Chimica verde