A cura di MIUR - Direzione Generale per il coordinamento la promozione e la valorizzazione della ricerca

Per la ricerca su Ictus e infarto ora c’è la realtà virtuale

Per la ricerca su Ictus e infarto ora c’è la realtà virtuale

Il Politecnico di Milano parteciperà a due progetti europei finanziati con 11,3 milioni di euro dal programma Horizon 2020, grazie a due studi condotti dai ricercatori del Laboratorio di Meccanica delle Strutture biologiche (LaBS) del Dipartimento di Chimica, Materiali e Ingegneria Chimica "Giulio Natta".

Si tratta dei progetti "INSIST: IN-Silico trials for treatment of acute Ischemic STroke" e "InSilc: In-silico trials for drug-eluting BVS design, development and evaluation” al quale, oltre al Politecnico di Milano, partecipano CNR e Mediolanum Cardio Research Srl.

Il metodo innovativo messo a punto dai ricercatori del Laboratorio di Meccanica delle Strutture biologiche del Dipartimento di Chimica, Materiali e Ingegneria Chimica "Giulio Natta" prevede la simulazione al computer di modelli basati sulle immagini mediche normalmente utilizzate negli ospedali, in grado di rappresentare dettagliatamente l'anatomia vascolare di pazienti colpiti da ictus o malattie del cuore.

I modelli ricavati saranno successivamente utilizzati per simulare l’impiego di trattamenti terapeutici sui pazienti, in modo tale da prevederne l'impatto e l'evoluzione, e valutare in anticipo il risultato delle terapie applicate per una successiva applicazione sul paziente reale o per studiare le opportune modifiche.

Il gruppo di ricerca del Politecnico di Milano è guidato dai professori Gabriele Dubini, Francesco Migliavacca, Giancarlo Pennati, Lorenza Petrini e José Félix Rodriguez Matas.

Data pubblicazione 20/04/2018
Fonte Politecnico di Milano
Tag Salute