A cura di MIUR - Direzione Generale per il coordinamento la promozione e la valorizzazione della ricerca

Marte ha ospitato oceani d’acqua per milioni di anni

Marte ha ospitato oceani d’acqua per milioni di anni

All’alba della sua storia, Marte è stato un pianeta caldo e umido, e ha ospitato oceani d’acqua sulla sua superficie per milioni di anni. A rivelarlo è una nuova ricerca internazionale apparsa sulla rivista Journal of Geophysical Research e coordinata dal ricercatore italiano Francesco Salese del Dipartimento di Ingegneria e Geologia e International Research School of Planetary Sciences (IRSPS) dell’Università degli Studi “G. D’Annunzio” di Chieti-Pescara.

Lo studio si è basato sui dati di Mars Express e Mars Reconnaissance Orbiter, sonde rispettivamente dell’Agenzia Spaziale Europea (ESA) e della NASA, che hanno fornito nuove conferme all’ipotesi che il Pianeta Rosso abbia ospitato acqua per un lungo periodo geologico, e non solo episodicamente.

La ricerca descrive le rocce presenti vicino a uno dei più grandi crateri da impatto di Marte, Hellas Planitia. “Queste pianure sul bordo settentrionale della Hellas sono comunemente ritenute formazioni di origine vulcanica, con natura simile a quelle presenti sulla Luna”, spiega Francesco Salese. “Tuttavia, il nostro lavoro indica altro. Ciò che abbiamo osservato sono fasce diffuse di roccia sedimentaria”. Secondo il ricercatore, la presenza di rocce sedimentarie indica che la regione deve essere stata un ambiente acquoso, e queste condizioni devono essere durate per un periodo di tempo dell’ordine di centinaia di milioni di anni.

Data pubblicazione 16/12/2016
Fonte ASI
Tag Scienze fisiche e ingegneria