A cura di MIUR - Direzione Generale per il coordinamento la promozione e la valorizzazione della ricerca

LIMIX vince il R.O.M.E. PRIZE al MAKER FAIRE di Roma

LIMIX vince il R.O.M.E. PRIZE al MAKER FAIRE di Roma

Talking Hands”, progetto innovativo realizzato dai ricercatori di Limix, spin-off dell’Università di Camerino (Unicam), ha vinto il primo premio del R.O.M.E. Prize (Rome Outstanding Maker of Europe), del valore di 100.000 euro, assegnato durante la quarta edizione della Maker Faire di Roma.

La giuria, composta da Neil Gershenfeld (Professore al MIT-Massachusetts Institute of Technology, fondatore del CENTRE FOR BIT & ATOMS), Bruce Sterling (professore e autore di fantascienza), Simona Maschi (cofondatrice e direttore dell’Istituto di Interaction Design di Copenaghen) ha premiato lo scorso 15 ottobre il progetto sulla base dell’impatto sociale dell’idea proposta e la sostenibilità economica della stessa

Talking Hands è un’iniziativa di Francesco Pezzuoli e Dario Corona, due giovani laureati dell’Università di Camerino, e consiste in un dispositivo indossabile costituito da due guanti che permette ad una persona sorda la traduzione della LIS (Lingua dei Segni Italiana) di comunicare anche con le persone che non conoscono il linguaggio dei segni.

Il dispositivo, attraverso dei sensori, acquisisce i dati relativi al movimento delle mani, delle braccia e delle dita: i segnali, elaborati e analizzati, sono tradotti in testo che viene trasmesso ad un dispositivo dotato di altoparlanti, come potrebbe essere ad esempio uno smartphone, per la riproduzione audio.

“Sono estremamente orgoglioso, e parlo anche a nome dell’intera comunità universitaria – ha dichiarato il Rettore Unicam Flavio Corradini – di questo risultato ottenuto da questo nostro giovane spin off. Hanno avuto un’idea innovativa e hanno scelto di trasformarla in impresa, anche grazie alle iniziative di sostegno all’autoimprenditorialità promosse dal nostro Ateneo e sulle quali l’Ateneo punta molto. Questo ulteriore successo conferma la validità delle strategie Unicam, che vuole fornire strumenti importanti per il futuro dei giovani”.

Limix Srl è una giovane start-up spin-off di Unicam all’interno della sezione di Matematica e Applicazioni fondata nel marzo 2015, nata dalla forte volontà di portare la ricerca e le competenze coltivate nell’ambiente universitario in una realtà aziendale per realizzare innovativi progetti industriali ed opera nella ricerca tecnologica, con particolare attenzione all’ambito del Riconoscimento Gestuale.

Data pubblicazione 24/10/2016
Fonte Università di Camerino
Tag Smart Communities , Tecnologie per gli Ambienti di Vita
Approfondimenti