A cura di MIUR - Direzione Generale per il coordinamento la promozione e la valorizzazione della ricerca

Le regole della seduzione degli animali seguono la geometria

Le regole della seduzione degli animali seguono la geometria

Pubblicato su Scientific Reports lo studio di un gruppo di ricercatori dell’Università di Milano che ha analizzato la dinamica dei “lek”, le arene riproduttive comuni a molte specie animali.

La ricerca ha coinvolto fisici dei sistemi complessi ed etologi della Statale, confermando che in molte specie animali la localizzazione dei lek ha un ruolo fondamentale. Da tempo i ricercatori cercano di comprendere come funzioni questa competizione, trasversale a molte specie animali, che arriva ad aggregare numerosi esemplari maschi di rango elevato e di rango inferiore.

La ricerca ha stabilito che in queste arene gli esemplari prendono posto con una specifica distribuzione territoriale, secondo uno schema con delle proprietà geometriche applicabile a diverse specie e che svolge un ruolo funzionale al meccanismo della competizione.

Vicino ai maschi di alto rango, quindi, si riduce il numero di maschi subordinati che competono direttamente con loro. In particolare, in una gerarchia piramidale, ogni lek è dominato da pochi maschi di rango molto elevato che quindi sono avvantaggiati sia in termini di opportunità di accesso a un elevato numero di femmine, sia per la posizione di vantaggio che deriva loro dalla tendenza dei maschi subordinati ad aggregarsi attorno ai maschi di alto rango.

Allo studio hanno partecipato i professori Fabio Giavazzi del dipartimento di Biotecnologie mediche e Medicina traslazionale, Nicola Saino del dipartimento di Scienze e Politiche ambientali e Alberto Vailati del dipartimento di Fisica "Aldo Pontremoli".

Data pubblicazione 26/11/2018
Fonte UNIMI
Tag Scienze della vita