A cura di MIUR - Direzione Generale per il coordinamento la promozione e la valorizzazione della ricerca

Le prime giraffe originarie della Sardegna

Le prime giraffe originarie della Sardegna

Gli antenati delle prime giraffe vivevano in Sardegna. Lo dice una ricerca effettuata sui resti fossili ritrovati nel nord Sardegna di un animale giraffomorfo endemico vissuto nel Miocene inferiore sull'isola, che si estinse senza lasciare successori.

Lo studio, pubblicato sul Journal of Systematic Palaeontology, condotto da un team di ricercatori composto da Gian Luigi Pillola e Daniel Zoboli dell’Università di Cagliari, e da Bastien Mennecart e Loïc Costeur, dei Musei di storia naturale di Basilea e Vienna, ha analizzato i resti del Sardomeryx oschiriensis rinvenuti in depositi lacustri risalenti al Miocene inferiore, tra i 18 e i 19 milioni di anni fa.

La ricerca ha portato all’individuazione dell’antenato continentale comune alla specie insulare sarda: un ruminante del genere Bedenomeryx vissuto nell’Oligocene nel sud della Francia e in Spagna, che popolò l’area sardo-corsa prima del distacco di questa dalle coste europee.

Lo studio dei nuovi resti fossili, ritrovati vicino al piccolo paese di Laerru, ha permesso non solo di reinterpretare la posizione filogenetica di questa specie insulare, classificando Sardomeryx come un membro basale del gruppo Palaeomerycoidea, ma anche di fare il punto sulle fasi più antiche della storia evolutiva dei giraffomorfi”, spiega il paleontologo Daniel Zoboli.

Erano, però, molto diversi da come potemmo immaginarli: “Probabilmente, aveva le dimensioni di una pecora o di un piccolo cervo ed era sprovvisto di corna. La cosa certa, invece, è che i maschi erano muniti di canini superiori robusti, proprio come alcuni ruminanti attuali e fossili. Pertanto, non si dovrebbe pensare ad un animale dal lungo collo, prerogativa delle giraffe attuali” precisa Zoboli.

Data pubblicazione 10/08/2018
Fonte UNICA
Tag Cultural Heritage , Scienze della vita