A cura di MIUR - Direzione Generale per il coordinamento la promozione e la valorizzazione della ricerca

Innovazione, dalla UE un premio per le tecnologie a servizio dell’aiuto umanitario

Innovazione, dalla UE un premio per le tecnologie a servizio dell’aiuto umanitario

5 milioni di euro da destinare alle soluzioni tecnologiche più efficaci, innovative e vantaggiose per l’aiuto umanitario in risposta a crisi e disastri. 

Con questo budget la Commissione Europea ha lanciato il primo di sei premi Horizon del Consiglio Europeo dell’Innovazione-EIC

Il concorso si inserisce nell’ambito dell’iniziativa pilota EIC, recentemente avviata con l’obiettivo di supportare innovatori, imprenditori, piccole aziende e ricercatori con idee innovative e l’ambizione di crescere su scala internazionale. 

L’ammontare complessivo del premio sarà ripartito equamente in cinque ambiti: protezione e assistenza, igiene e sanificazione, energia, assistenza sanitaria e medica, e infine una categoria “aperta”. 

Le soluzioni dovranno essere basate sull’applicazione di tecnologie avanzate quali – per esempio – nanotecnologie, nuovi materiali o stampa 3D. 

L’iniziativa si colloca in un contesto contrassegnato da crisi e disastri umanitari in aumento, in cui scarseggiano le risorse necessarie ad affrontare le emergenze in corso. Basti pensare che, nel 2017, 128 milioni di persone hanno avuto bisogno di assistenza umanitaria. Da qui l’idea della Commissione Europea di sostenere soluzioni innovative sul piano tecnologico, in grado di migliorare l’impatto della risposta umanitaria.

I finanziamenti saranno assegnati nell’ambito del Programma Quadro per la Ricerca e l’Innovazione dell’Unione Europea Horizon 2020

La scadenza per candidarsi al premio è fissata al 15 gennaio 2020. Il concorso è aperto a individui, gruppi, organizzazioni e aziende. 

Data pubblicazione 12/01/2018
Fonte Commissione Europea
Approfondimenti