A cura di MIUR - Direzione Generale per il coordinamento la promozione e la valorizzazione della ricerca

Il Sahara preistorico svela nuove forme di coltivazione

Il Sahara preistorico svela nuove forme di coltivazione

Pubblicato su Nature Plants uno studio sulle forme di stoccaggio e coltivazione preistorica, fino a oggi sconosciute, di piante e cereali selvatici nell’Africa sahariana di circa 10.000 anni fa: lo ha condotto un’equipe di archeologi e archeobotanici italiani, coordinati dalla Sapienza e da UNIMORE.

Gli studi portati avanti nel sito archeologico di Takarkori, in Libia sud-occidentale, nell’ambito della Missione archeologica nel Sahara diretta da Savino di Lernia, hanno chiarito i metodi di lavorazione e stoccaggio di cereali selvatici dei cacciatori-raccoglitori (tra 10000 e 8000 anni fa) e dei pastori (tra 7000 e 5500 anni fa).

All’epoca l’Africa sahariana non era un deserto, e i ricercatori hanno ritrovato milioni di resti vegetali e oltre duecentomila semi disposti circolarmente in piccoli raggruppamenti, prova di una forma sofisticata di coltivazione e stoccaggio, pur in assenza di piante domestiche.

Dallo studio si deduce come le traiettorie e le tempistiche della domesticazione sono varie e che gli obiettivi di allora non corrispondono ai nostri criteri. Ogni fase di trasformazione ambientale ha costretto gli esseri umani ad affrontare nuove sfide, sviluppando nuove strategie  di adattamento durante i cambiamenti climatici che hanno caratterizzato la storia del Sahara, parte attiva in queste evoluzioni.

Un’evidenza archeobotanica straordinaria quella che emerge” commenta Savino di Lernia “Le ricerche, da un lato permettono di comprendere il comportamento umano dei cacciatori-raccoglitori Sahariani e, nel caso specifico di Takarkori, mostrano la prima evidenza nota di stoccaggio e coltivazione di semi di cereali selvatici in Africa; dall’altro  confermano che l’azione umana è specchio della realtà ambientale nella quale queste civiltà si muovevano”.

Data pubblicazione 26/02/2018
Fonte Sapienza Università di Roma
Tag Scienze della vita , Scienze umanistiche e sociali