A cura di MIUR - Direzione Generale per il coordinamento la promozione e la valorizzazione della ricerca

I vasi sanguigni invecchiano più velocemente della nostra età anagrafica?

I vasi sanguigni invecchiano più velocemente della nostra età anagrafica?

I nostri vasi sanguigni invecchiano più o meno velocemente della nostra età anagrafica? Ce lo dice uno studio che, grazie ad uno strumento non invasivo, valuta lo stato dei vasi nella circolazione periferica applicando un algoritmo sul flusso del sangue.

Presentato sulla rivista scientifica Transactions of Biomedical Engineering, lo studio è stato condotto da un team del Dipartimento di Ingegneria dell’Informazione dell’Università di Firenze guidato da Leonardo Bocchi, docente di Bioingegneria elettronica e informatica e da Michele Sorelli e Antonia Perrella.

Grazie a un flussimetro Laser Doppler puntato sull’alluce, i ricercatori hanno registrato la velocità del sangue microvascolare prodotto dal battito cardiaco nei capillari della pelle. Attraverso un algoritmo, i diversi tipi di flussi sanguigni sono stati associati a due profili: ‘young’ e ‘old’.

Il metodo consentirà di facilitare la valutazione dell’invecchiamento precoce dei vasi, problema che si accompagna a un progressivo irrigidimento delle arterie e un’alterazione delle pareti dei vasi, corresponsabile dello sviluppo di malattie cardiovascolari e associato anche ad altre condizioni cliniche.

Appoggiando il flussimetro sulla punta del dito per circa 30 secondi - spiega Bocchi - si ottiene un’onda che può assumere una forma più dolce, che abbiamo identificato come ‘young’, oppure caratterizzata da rimbalzi più netti, ‘old’, che può essere associata a un indurimento dei vasi”.

Data pubblicazione 14/12/2018
Fonte UNIFI
Tag Salute