A cura di MIUR - Direzione Generale per il coordinamento la promozione e la valorizzazione della ricerca

ESA, Space Oscar a spin-off dell’Università di Pavia

ESA, Space Oscar a spin-off dell’Università di Pavia

Lo “Space Oscar” di quest’anno, nella categoria Big Data Big Business Challenge, l’ha meritato il progetto italiano Saturnalia, un sistema per l’utilizzo dei dati satellitari Copernicus nella previsione della qualità del vino prima della fase di imbottigliamento.

Lo ha presentato la spin-off dell’Università di PaviaTicinum Aerospace (TA)” nel contesto dell’iniziativa Copernicus Masters dell’Agenzia Spaziale Europea (ESA). Scopo di Copernicus Masters è promuovere il mercato dei servizi basati sull’osservazione della Terra da satellite, in particolare dei dati elaborati dal sistema europeo Copernicus.

L’idea dei ricercatori di Pavia fa perno sull’osservazione dei parametri di riflettività spettrale della vite nella stagione della crescita, generalmente legata alla futura qualità del prodotto, ed è stata sviluppata in un modello previsionale operativo che può trovare sbocchi commerciali molto interessanti nel settore enologico.

Formata da giovani ricercatori, Ticinum Aerospace è stata costituita nel 2014 sulla base della ventennale esperienza tecnico scientifica del Gruppo Sensori Remoti dell’Ateneo pavese. La sua missione è di fornire soluzioni affidabili e orientate al cliente sfruttando le metodologie innovative di machine learning sui big data per “ridurre i costi dell’incertezza”.

Nella foto, Daniele De Vecchi e Gianni Lisini ricevono il premio a Tallin, in Estonia.

Data pubblicazione 27/11/2017
Fonte Università di Pavia
Tag Scienze fisiche e ingegneria