A cura di MIUR - Direzione Generale per il coordinamento la promozione e la valorizzazione della ricerca

Equilibri ambientali dei fiumi: UniPadova leader del progetto europeo Hytech

Equilibri ambientali dei fiumi: UniPadova leader del progetto europeo Hytech

L’Università di Padova ha coordinato un consorzio di ricerca europeo nella realizzazione del progetto europeo Hytech (Hydrodynamic Transport in Ecologically Critical Heterogeneous Interfaces) sugli equilibri ambientali dei fiumi, nato per comprendere i processi alla base dell’inquinamento dei fiumi e delle zone umide e valutarne la portata, durato quattro anni e finanziato con quasi quattro milioni di euro dalla Commissione europea.

Le attività progettuali si sono concentrate nello studio delle cosiddette “interfaccia”, ovvero le zone periferiche di contatto tra l’acqua, la materia inorganica, data da sedimenti e depositi di fondo, e la materia vivente, dalle piante acquatiche, agli anfibi, ai pesci fino ai batteri.

Grazie al progetto è stato possibile tracciare un bilancio sui livelli di inquinamento dei nostri fiumi e corsi d’acqua dolce.

Una parte del progetto - spiega Andrea Marion, docente del dipartimento di Ingegneria industriale dell’università di Padova e coordinatore del progetto Hytech - è stata dedicata anche a questo aspetto e a valutare come sia stata recepita la direttiva europea quadro sull’acqua (Water Framework Directive) del 23 ottobre del 2000 che indicava a tutti i Paesi europei come adoperarsi per la riabilitazione e la messa in qualità dei corpi idrici superficiali come fiumi e aree umide. I risultati dell’indagine hanno messo in rilievo che l’impatto di questa direttiva europea è stato molto positivo, dato che ha creato una sorta di obbligo per molti governi europei a muoversi verso il miglioramento della qualità ambientale. E anche l’Italia ha percorso questa strada”.

Data pubblicazione 11/08/2017
Fonte UNIPD
Tag Scienze della vita