A cura di MIUR - Direzione Generale per il coordinamento la promozione e la valorizzazione della ricerca

Ecologia: UNIPD trova il metodo per misurare la biodiversità

Ecologia: UNIPD trova il metodo per misurare la biodiversità

È possibile misurare la biodiversità di un dato ecosistema attraverso la valutazione quantitativa e statistica delle diverse specie che popolano l’area esaminata.

Il metodo teorico che, attraverso l’analisi di informazioni ridotte, consentirà di estrapolare la biodiversità relativa al numero totale di specie e unità che popolano una foresta, è stato messo a punto da ricercatori delle Università di Padova, di Leeds e dell’Oregon.

Il rilevamento di un’alta biodiversità fornisce indicazioni sulla sostenibilità della zona monitorata: per questo è vitale avere accurati metodi analitici che possano misurare e controllare un ecosistema, permettendo, se necessario, un intervento tempestivo.

È però estremamente difficile stimare un ecosistema costituito da regioni anche molto estese, partendo da campioni molto piccoli. Il metodo messo a punto Anna Tovo, Marco Favretti, Marco Formentin, Samir Suweis e Amos Maritan di UNIPD, Sandro Azaele dell’università di Leeds e Jayanth Banavar dell’università dell’Oregon riesce a misurare la biodiversità su grande scala con un approccio fisico-statistico.

Abbiamo sviluppato un nuovo metodo analitico che si basa su equazioni matematiche le cui incognite sono il numero di specie a scala globale e le rispettive abbondanze e in cui i termini noti sono le informazioni a scala locale, cioè dei campioni“ afferma Anna Tovo.

E dopo aver testato il metodo su foreste generate al computer, “Il nostro metodo è risultato superiore a quelli usati fino a ora, tanto che abbiamo condotto un secondo test, questa volta su foreste reali” ha concluso Tovo.

Data pubblicazione 13/11/2017
Fonte UNIPD
Tag Scienze della vita