A cura di MIUR - Direzione Generale per il coordinamento la promozione e la valorizzazione della ricerca

Con il pioppo si combattono le sostanze inquinanti

Con il pioppo si combattono le sostanze inquinanti

Pare che il pioppo sia in grado di assorbire, trasformare e accumulare sostanze inquinanti di origine farmaceutica come il Diclofenac, principio attivo antinfiammatorio spesso rinvenuto nelle acque reflue urbane. Lo dimostra uno studio condotto dall’Istituto di Scienze della Vita della Scuola Superiore Sant’Anna, in collaborazione con l’Helmholtz Zentrum, Monaco di Baviera.

I pioppi modificati per assorbire i farmaci appartengono alla varietà Populus alba clone Villafranca, già nota per la capacità di accumulare metalli pesanti e sostanze xenobiotiche organiche presenti nei suoli e nelle acque.

La ricerca, pubblicata su Science of The Total Environment, è il frutto di un gruppo di ricerca coordinato da Luca Sebastiani, direttore dell’Istituto di scienze della Vita, che da tempo sta approfondendo il meccanismo con cui le specie arboree di interesse agrario eliminano gli inquinanti organici di origine farmaceutica dalle acque e dai suoli.

Capire come le piante rispondono agli inquinanti organici xenobiotici - piega Luca Sebastiani - ci può aiutare a contrastare l'inquinamento in modo naturale. Allo stesso tempo, ci permette di verificare se questi prodotti danneggiano le colture e, nel caso di specie commestibili, se si accumulano negli organi di cui l'uomo si nutre”.

“Il prossimo passo - conclude Sebastiani - potrà essere la sperimentazione in campo, ma questo dipenderà dai finanziamenti disponibili". I luoghi ottimali nei quali piantare questi pioppi potrebbero essere le aree di depurazione biologica all'uscita dei tradizionali depuratori.

Allo studio hanno contribuito inoltre Erika Carla Pierattini, Alessandra Francini, in collaborazione con Christian Huber e Peter Schröder dell’Helmholtz Zentrum di Monaco di Baviera.

Data pubblicazione 28/06/2018
Fonte Scuola Superiore Sant’Anna
Tag Chimica verde , Scienze della vita