A cura di MIUR - Direzione Generale per il coordinamento la promozione e la valorizzazione della ricerca

Con i metalli nanoporosi via libera al risparmio energetico

Con i metalli nanoporosi via libera al risparmio energetico

L'utilizzo dei metalli nanoporosi permetterebbe di realizzare strutture decisamente più leggere nel settore aerospaziale e in quello automobilistico, con la possibilità di ottenere un sensibile risparmio energetico.

L’impiego di questi metalli consentirebbe inoltre componenti per l'ingegneria civile, rendendo possibili alcuni grandi progetti architettonici. È quanto risulta da uno studio internazionale sull’utilizzo dei metalli in campo sanitario, aerospaziale e automobilistico realizzato dall’Università di Cagliari e pubblicato su Scientific reports-Nature.

L’argomento trattato dalla ricerca curata dal team di Giorgio Pia dell’Università di Cagliari, è stato realizzato in collaborazione con Francesco Delogu di UNICA, ed Elisa Sogne e Andrea Falqui della King Abdullah University of Science and Technology dell’Arabia Saudita.

 “Struttura, forma, sostanza. Termini che ricorrono spesso nella Scienza dei materiali. Eppure, mai con rilevanza così netta come nel caso dei metalli nanoporosi, una delle classi di materiali più intensamente studiate negli ultimi dieci anni. Materiali innovativi e affascinanti, La struttura è forse, l’elemento più distintivo”- spiega il dottor Pia.

Lo studio, che consentirà di comprendere meglio il comportamento chimico-fisico di questo materiale, dimostra l’indissolubile legame tra composizione chimica superficiale, attività catalitica e stabilità termica, fornendo una chiave interpretativa per un ampio spettro di fenomenologie di interesse fondamentale e applicativo.

Data pubblicazione 28/11/2018
Fonte UNICA
Tag Aerospazio , Salute , Scienze fisiche e ingegneria