A cura di MIUR - Direzione Generale per il coordinamento la promozione e la valorizzazione della ricerca

CNR: dal mare una colla dai poteri straordinari

cozze_400Potenti antinfiammatori naturali, fonti preziose di antiossidanti, proteine nobili, vitamine e sali minerali, ma anche di una speciale “super colla” molto efficace in presenza di acqua. Stiamo parlando del mitilo, conosciuto come “muscolo” in alcune Regioni d’Italia, più comunemente noto con il nome di “cozza”.

L’Istituto di Nanotecnologia del Consiglio Nazionale delle Ricerche (CNR Nanotec), con sede a Rende in Calabria, ha studiato le proteine delle cozze per comprendere a fondo la portata del potere adesivo della sua “bava”, pubblicando, in collaborazione con la Nanyang Technological University di Singapore, uno studio sulla prestigiosa rivista scientifica “Nature Communications”.

“Si tratta – spiega Bruno Zappone di CNR Nanotec – di un risultato di grande rilevanza applicativa perché anche i più tenaci tra i moderni adesivi sintetici si rivelano inefficaci nel generare adesione in presenza di molecole d'acqua: abbiamo misurato l'adesione che le proteine delle cozze riescono a generare tra due superfici completamente immerse in un mezzo  acquoso, scoprendo che le cozze verdi asiatiche producono varie proteine secondo una sequenza di secrezione ben orchestrata”.

“Una colla subacquea – prosegue il ricercatore cosentino – potrebbe avere importanti applicazioni nel settore navale, ma senza dubbio straordinarie risulterebbero le applicazioni in campo medico finalizzate, ad esempio, ad evitare inestetiche suture chirurgiche, a ricostruire tessuti danneggiati oppure ossa fratturate, a riparare i distacchi della retina, infine a integrare materiali biomedicali in presenza di liquidi biologici”.

Data pubblicazione 15/12/2015
Fonte CNR
Tag Scienze fisiche e ingegneria