A cura di MIUR - Direzione Generale per il coordinamento la promozione e la valorizzazione della ricerca

Cinema e ricerca, da UniCa un progetto per raccontare la Terza Missione dell’Università

Cinema e ricerca, da UniCa un progetto per raccontare la Terza Missione dell’Università

Raccontare la ricerca scientifica attraverso il linguaggio del cinema è possibile. 

Lo dimostra il progetto pilota The Shifters, la terza missione, avviato dall’Università di Cagliari proprio con l’obiettivo di avvicinare il grande pubblico alla cosiddetta Terza Missione, ossia alle attività di trasferimento tecnologico e valorizzazione dei risultati di ricerca condotte in Ateneo. 

Il progetto, che prevede la realizzazione di una serie di cortometraggi, è portato avanti dal Crea UniCa-Centro per l’innovazione e l’imprenditorialità dell’Università di Cagliari con il supporto del pro rettore alla Ricerca, Micaela Morelli, del direttore del Cesar-Centro servizi d’ateneo per la ricerca, Roberta Vanni, in collaborazione con una troupe cinematografica esperta. 

“I corti sono frutto del confronto tra creativi del mondo cinematografico e ricercatori, professori e dottorandi, e indagano, grazie alla forza del cinema, gli sviluppi e le ripercussioni che la ricerca, declinata nei suoi vari ambiti, può avere sulla società”, ha spiegato Maria Chiara Di Guardo, pro rettore Innovazione e territorio. 

L’idea a base di The Shifters, la terza missione è che la ricerca e il trasferimento tecnologico siano i motori del cambiamento e dell’innovazione, in grado di orientare la società in nuove direzioni.

“Ogni storia cercherà di svelare come il contatto tra mondo universitario e mondo reale possa spingere, un pezzetto per volta, più in alto l’asticella della civilizzazione. Il trasferimento tecnologico sarà esplicitato rendendo più chiara e completa la commistione che si creerà di volta in volta tra lavoro universitario e le metafore scelte per raccontarlo”, ha continuato Di Guardo. 

Gli episodi sono accompagnati da documentari strutturati come dei “dietro le quinte” dei singoli cortometraggi, che sveleranno allo spettatore dove finisce la realtà e inizia la fantasia.

 

Data pubblicazione 05/11/2018
Fonte Università di Cagliari