A cura di MIUR - Direzione Generale per il coordinamento la promozione e la valorizzazione della ricerca

Bioplastica dagli scarti di frutta e verdura: presentato il nuovo prototipo dell’IIT

Bioplastica dagli scarti di frutta e verdura: presentato il nuovo prototipo dell’IIT

Un packaging ecosostenibile in plastica 100% biodegradabile ricavato dagli scarti invenduti dei mercati ortofrutticoli. A realizzarlo è stato il team di ricerca Smart Materials dell’Istituto Italiano di Tecnologia-IIT guidato da Athanassia Athanassiou, in collaborazione con Società Gestione Mercato di Genova e Ascom Confcommercio.

La nuova tecnologia brevettata è stata realizzata interamente a partire dagli scarti dei carciofi invenduti al mercato ortofrutticolo genovese e consiste in un imballaggio in bioplastica che va a sostituire il tradizionale "alveolo" nelle cassette di frutta e verdura, utile a preservare l’integrità del prodotto.

I ricercatori italiani hanno sviluppato diversi processi produttivi che permettono una conversione totale dell’ortaggio di scarto in bioplastiche, utilizzando processi che vanno dalla conversione del vegetale in bioplastica mediante un processo acquoso, alla preparazione di compositi termoplastici e termoformabili.

Il progetto si inserisce nell’attività del team di ricerca di IIT sui materiali intelligenti, che ha sviluppato nel tempo soluzioni 100% green per convertire scarti della produzione alimentare in un nuovo materiale plastico compostabile e sostenibile per l’ambiente.

Data pubblicazione 01/03/2018
Fonte IIT
Tag Chimica verde