A cura di MIUR - Direzione Generale per il coordinamento la promozione e la valorizzazione della ricerca

Associazione Italiana Neuroimmunologia premia dottoranda del San Raffaele

Associazione Italiana Neuroimmunologia premia dottoranda del San Raffaele

Con uno studio inerente il ruolo delle alterazioni immunitarie sulle conseguenze gravi dell’ictus durante l’invecchiamento, Giorgia Serena Gullotta (nella foto), studentessa del Dottorato di Ricerca Internazionale in Medicina Molecolare presso l’Università Vita-Salute San Raffaele, ha vinto il prestigioso premio “Marco Vergelli”, conferitole nel corso del XXVI Congresso della Associazione Italiana di Neuroimmunologia (AINI), tenutosi recentemente a Venezia.

In una presentazione giudicata la migliore del congresso, la ricercatrice milanese ha messo in luce in particolare l’importanza delle cellule infiammatorie nell’ictus ischemico dell’anziano, illustrando i risultati della sua ricerca finanziata dalla Fondazione Cariplo e condotta presso il Laboratorio di Neuroimmunologia dell’Ospedale San Raffaele, in collaborazione con il Laboratorio di Neuroimmunologia dell’Università di Genova.

Diretto dal professore Gianvito Martino, il Laboratorio di Neuroimmunologia del San Raffaele di Milano ha come principale obiettivo di ricerca lo studio multidisciplinare delle basi molecolari e cellulari che sostengono i processi rigenerativi - sia spontanei che riparativi - del sistema nervoso centrale, per sviluppare nuove strategie terapeutiche destinate alla cura di malattie neurologiche, infiammatorie e neurodegenerative, tuttora incurabili.

L’Associazione Italiana di Neuroimmunologia nasce nel 1998 con l’intento di promuovere attività di ricerca e iniziative didattiche nel campo della neuroimmunologia coinvolgendo ricercatori con interessi multidisciplinari nella neurologia, nell’immunologia, nella biologia, nella farmacologia, nella biochimica, nella genetica e nella patologia clinica.

Data pubblicazione 14/09/2017
Fonte UNISR
Tag Scienze della vita
Approfondimenti