A cura di MIUR - Direzione Generale per il coordinamento la promozione e la valorizzazione della ricerca

APRE: Alessandro Damiani nuovo Presidente

damiani“APRE deve servire le sue tre vocazioni: quella europea, ossia rafforzare la ricerca e l'innovazione europee attraverso un rinnovato dinamismo italiano; quella italiana che coincide con il mandato stesso di APRE, ossia di sostenere l’Italia nello sfruttare al meglio le occasioni, intese non solo come finanziamenti, ma anche come internazionalizzazione della ricerca italiana; e la vocazione di servizio rispetto ai suoi associati, insieme ai quali lavorare in sinergia a favore delle economie territoriali”.

Queste le parole di Alessandro Damiani (nella foto), nuovo Presidente dell’Agenzia per la Promozione della Ricerca Europea (APRE), all’Assemblea dei Soci e al Consiglio Direttivo dell’Agenzia che lo ha eletto. Il Dottor Damiani succede al Professore Ezio Andreta, che gli passa il testimone dopo 10 anni di presidenza.

Già primo Direttore di APRE alla sua costituzione, Alessandro Damiani ha speso gran parte della sua carriera professionale nell’ambito della ricerca europea occupandosi principalmente di elaborazione delle politiche e relativi processi di governance dei programmi di ricerca, nella definizione delle priorità, nella loro gestione e nelle relazioni internazionali:gli ultimi anni lo hanno visto coinvolto nella Direzione Trasporti della DG Ricerca e Innovazione. Ha inoltre ricoperto l’incarico di Addetto Scientifico alla Delegazione dell’Unione Europea a Washington D.C.

Nata nel 1989 su iniziativa del Ministero Istruzione, Università e Ricerca (MIUR) e di alcuni organismi pubblici e privati per rispondere alla crescente domanda d’informazione sui programmi europei di Ricerca, APRE è un'Associazione di Ricerca non profit che in stretto collegamento con il MIUR fornisce ai propri associati, a imprese, enti pubblici, privati e persone fisiche, informazioni, supporto e assistenza per la partecipazione ai programmi e alle iniziative di collaborazione nazionale ed europee nel campo della Ricerca, Sviluppo Tecnologico e Innovazione (RSTI) e del trasferimento dei risultati delle ricerche, oggi con particolare riferimento a Horizon 2020.

Data pubblicazione 30/05/2016
Fonte APRE
Tag Scienze della vita , Scienze fisiche e ingegneria , Scienze umanistiche e sociali