Innovitalia
Logo MIUR Logo MIUR
Innovitalia > Notizie > Riunito alla Farnesina il Tavolo Tecnico per la cooperazione SeT con il Giappone

Riunito alla Farnesina il Tavolo Tecnico per la cooperazione SeT con il Giappone

Il 15 maggio 2017 è stato convocato alla Farnesina il Tavolo Tecnico interministeriale Italia – Giappone, che ha affrontato la preparazione alla riunione della Commissione Mista bilaterale che si terrà a Roma il 7 giugno 2017.

Presenti al tavolo, tra gli altri, il Ministero della Difesa, il Ministero per le Politiche Agricole e Forestali (MIPAAF), e il Ministero della Salute. In rappresentanza del mondo della ricerca sono intervenuti i maggiori Enti di ricerca nazionali, diverse Università e Politecnici; presenti anche alcune Associazioni industriali.

La riunione è stata aperta dal Direttore Generale per la promozione del Sistema Paese MAECI Vincenzo De Luca, che ha ricordato gli importanti risultati raggiunti dai Tavoli Tecnici convocati per gli altri Paesi asiatici, allo scopo di individuare una strategia comune nei rapporti bilaterali scientifici e tecnologici. Con particolare riferimento al Giappone, che finanzia con l’apporto del settore privato circa l’80% della ricerca, il DG ha sottolineato l’importanza del coinvolgimento delle aziende italiane nei programmi, nelle attività di ricerca e nei progetti di ricerca bilaterali.

In collegamento da Tokyo, è intervenuto l’Addetto Scientifico dell’Ambasciata italiana, Alberto Mengoni, che ha esposto l’attuale stato della cooperazione italo-giapponese, mettendo in evidenza come il Giappone sia oggi al terzo posto, a livello globale, per quanto riguarda gli investimenti in R&S/PIL. Le collaborazioni per la ricerca scientifica e tecnologica tra i due Paesi - ha ricordato Mengoni - sono numerose, e si concentrano prevalentemente in alcune aree: tecnologie spaziali, strumenti di geo-informazione, conversione energetica, fisica nucleare, nanotecnologie, biotecnologie e robotica.

Meno di 100 i ricercatori italiani stabilmente presenti in Giappone. Significativi i rapporti esistenti tra CNR INSEAN e il colosso industriale Yamaha, per la componentistica navale e i motori per le barche da diporto; ENEA e Toshiba per un impianto dimostrativo di trasmissione di energia elettrica da fonti rinnovabili, ed ENEA/INFN  mondo della ricerca giapponese per gli studi sulla fusione nucleare. Nell’ambito del progetto internazionale Broader Approach, che punta alla costruzione di una macchina dimostrativa in Giappone, forte il coinvolgimento delle aziende italiane (STMicroelectronics, Ansaldo Nucleare, Walter Tosto), particolarmente competitive in questo settore.

Fonte Ufficio IX - DGSP MAECI
Provenienza Innovitalia
Data pubblicazione: 18/05/2017