Innovitalia
Logo MIUR Logo MIUR
Innovitalia > Notizie > Milano candidata capitale europea del farmaco

Milano candidata capitale europea del farmaco

Il Governo italiano ha ufficialmente candidato Milano ad ospitare la sede dell’Agenzia europea del farmaco – EMA.

“Siamo consapevoli che si tratta di una sfida difficile, in quanto la candidatura è altamente competitiva e vede in lizza importanti città europee, tuttavia riteniamo che Milano abbia delle possibilità, considerando anche che è già sede di 294 aziende del Pharma e di 491 società di ricerca Biotech, di cui rispettivamente 49 e 32 a partecipazione estera. Vanno poi tenute in conto le sinergie che si verrebbero a creare con l’Autorità Europea per la Sicurezza Alimentare - EFSA, a Parma dal 2002, con il progetto Human Technopole e con l’interesse dell’Università statale a creare un nuovo campus universitario in grado di accogliere oltre 20.000 persone”. Così il ministro degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, Angelino Alfano, in occasione della riunione tenutasi alla Farnesina  mercoledì 26 luglio, a margine della XII Conferenza degli Ambasciatori, sulla promozione della candidatura di Milano a nuova Sede dell’Agenzia Europea dei Medicinali (EMA) con i Capi Missione nei Paesi UE. La riunione fa seguito al lancio della candidatura da parte del Presidente del Consiglio Gentiloni nella Conferenza Stampa svolta a Milano il 24 luglio scorso.

Sono intervenuti all’evento, introdotto dal Segretario Generale della Farnesina, Elisabetta Belloni, e moderato dal Direttore Generale per l’UE, Giuseppe Buccino, il Sottosegretario agli Affari Esteri Vincenzo Amendola, il Sottosegretario agli Affari Europei Sandro Gozi, il Consigliere del Presidente del Consiglio per la promozione della dislocazione a Milano della sede dell'EMA, Prof. Enzo Moavero Milanesi, il Vice Presidente di Regione Lombardia Fabrizio Sala, i rappresentanti del Comune di Milano e del mondo delle imprese.

La rete diplomatico-consolare nei Paesi Europei continua ad essere impegnata con un’azione costante e incisiva a sostegno della candidatura di Milano. Il processo decisionale, altamente competitivo per la presenza di numerose altre città candidate, si concluderà con un  voto degli Stati membri dell’UE a maggioranza semplice ed eliminazione progressiva (massimo tre sessioni di voto previste) in occasione del Consiglio Affari Generali del 20 novembre.

Fonte MAECI
Provenienza esteri.it
Data pubblicazione: 09/08/2017