Innovitalia
Logo MIUR Logo MIUR
Innovitalia > Notizie > Dalla fisica alla biomedicina, a Canberra il meeting dei ricercatori italiani d'Australia

Dalla fisica alla biomedicina, a Canberra il meeting dei ricercatori italiani d'Australia

italiaaustralia_researchers_meetingNelle giornate del 27 e del 28 novembre 2014 si è tenuta presso l’Ambasciata Italiana di Canberra la conferenza multidisciplinare 'Italian Scientists Down Under', primo meeting della comunità dei ricercatori italiani d'Australia. Organizzata dall'Addetto Scientifico Oscar Moze per promuovere i rapporti tra il sistema della ricerca australiano e la comunità dei ricercatori italiani, la conferenza ha riscosso una significativa partecipazione, sia di ricercatori che di rappresentanti delle istituzionali scientifiche australiane.

I lavori si sono aperti con il benvenuto ai partecipanti da parte dell’Ambasciatore italiano Pierfrancesco Zazo. Hanno fatto seguito gli interventi di alti rappresentanti del sistema della ricerca australiano, che hanno sottolineato l'ottimo stato della cooperazione bilaterale scientifica e tecnologica tra l’Italia e l’Australia e illustrato le opportunità per incrementarla. Sono intervenuti: Aidan Byrne (Australian Research Council), Nancy Pritchard (Australian Academy of Science), Cameron Slatyer, (Department of Industry),  Thierry Coulhon (Australian National University), Juliet Bell (Commonwealth Scientific and Industrial Research Organization), John Tuckwell (Addetto per la ricerca e l'innovazione presso la Delegazione dell'UE).

Dopo gli interventi istituzionali  la parola è andata ai ricercatori, che hanno presentato i più recenti risultati del loro lavoro presso università e centri di ricerca australiani. La conferenza  ha avuto un approccio multidisciplinare: si è parlato di scienze biomediche, fisica,  spazio, nanoscienze,  beni culturali, scienze della terra, scienze veterinarie, astronomia, astrofisica e  scienze ambientali.

La seconda giornata, interamente dedicata alle scienze biomediche, è stata aperta da Warwick Anderson, Chief Executive Officer del National Health and Medical Research Council australiano, che ha spiegato e introdotto i lavori di questo settore, dove la presenza di esperti italiani è particolarmente significativa.

Nel corso della conferenza i ricercatori italiani hanno dato conferma di un vivo interesse a mantenere un forte legame con il nostro Paese. E a conferma di ciò, a conclusione dei lavori, si è tenuta una tavola rotonda sull’opportunità di creare un network australiano dei ricercatori italiani.

Fonte Ambasciata d'Italia a Canberra
Provenienza Unità per la Cooperazione scientifica e tecnologica del MAECI
Data pubblicazione: 08/12/2014

Approfondimenti: