Innovitalia
Logo MIUR Logo MIUR
Innovitalia > Cosa facciamo

Cosa facciamo

Il Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale (MAECI), attraverso l’Unità per la Cooperazione Scientifica e Tecnologica (UST) della Direzione Generale per la promozione del Sistema Paese (DGSP), si pone l'obiettivo di facilitare il processo di internazionalizzazione del sistema della ricerca e dell’innovazione italiano. Ciò avviene attraverso un’azione coordinata con il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca e il Ministero per lo Sviluppo Economico.

Alla base dell’azione dell'Unità è la ferma consapevolezza che non ci possa essere sviluppo economico senza ricerca scientifica e innovazione. Di qui un sempre più convinto utilizzo di risorse in questo settore, quale investimento per la crescita del Paese, soprattutto nei contesti più innovativi, con ricadute positive in termini economici e commerciali.

L’UST sostiene la cooperazione bilaterale con i Paesi esteri finanziando progetti di Grande Rilevanza e per la Mobilità dei ricercatori. Coordina inoltre la rete degli Addetti Scientifici e degli Addetti Spaziali all’estero e promuove la visibilità delle eccellenze della ricerca e della tecnologia italiana nel mondo.

© Riscattiamo la Scienza - Cnr© Riscattiamo la Scienza - Cnr

L’azione dell’UST è volta ad assicurare un’adeguata tutela degli interessi del Paese nel contesto di Organizzazioni Multilaterali, come il CERN di Ginevra e l’ESO di Garching, e nell’ambito di accordi multilaterali per progetti scientifici di ampio respiro, con significativi impatti in termini di ritorno per le nostre imprese. Forte è anche l’impegno per stabilire e consolidare i legami con i ricercatori italiani all’estero, valorizzarne il contributo sia nel Paese nel quale operano sia come risorsa per il nostro sistema della ricerca.

L’obiettivo di promozione delle eccellenze scientifiche passa anche attraverso il sostegno alle Organizzazioni Internazionali con sede in Italia, tra le quali ICGEB, ICTP, TWAS, IAP e ICRANet, che hanno il mandato di promuovere la cooperazione scientifico-tecnologica e il trasferimento tecnologico per lo sviluppo dei Paesi meno avanzati.

Per il raggiungimento degli obiettivi di cui sopra ci si avvale, tra l’altro, di tre importanti strumenti:

L’Unità per la Cooperazione Scientifica e Tecnologica si occupa anche di:

  • curare le relazioni scientifiche internazionali del Polo di Trieste
  • accordi scientifici multilaterali
  • organizzazione di convegni e manifestazioni per la promozione della scienza e della tecnologia italiana
  • iniziative di sostegno all’internazionalizzazione della ricerca in collaborazione con gli enti di ricerca nazionali ed università
  • sostegno all’internazionalizzazione dell’industria dello Spazio; società dell’informazione