A cura di MIUR - Direzione Generale per il coordinamento la promozione e la valorizzazione della ricerca

Matematica e Futuro


Dove: Milano
Quando: 24/09/2015

Può la matematica immaginare e prevedere i cambiamenti che ci attendono in un futuro prossimo? Il professor Alfio Quarteroni, esperto internazionale di mathematical modeling e scientific computing proverà a dare una risposta a questo interrogativo, visto dagli occhi di un matematico, giovedì 24 settembre, presso il Padiglione USA di Expo Milano.

Durante l’incontro, si tratterà la possibilità di progettare, attraverso la matematica, uno sviluppo industriale che consenta una produzione migliore con un minor numero di risorse, che permetta l’ottimizzazione degli spostamenti di persone e merci, che incrementi il numero di innovazioni di prodotto o perfezioni un processo industriale.

D’altra parte la matematica, oggi, già permette la previsione del cambiamento climatico consentendo un’analisi preventiva  dei diversi scenari possibili o la stima delle possibilità di accadimento di eventi estremi come tsunami o alluvioni, ed i relativi effetti.

Alfio Quarteroni - direttore di Mathicse (Mathematical Institute for Computational Science and Engineering) presso l'Ecole Polytechnique Fédérale de Lausanne, Fondatore e direttore del MOX (Laboratorio di Modellistica e Calcolo Scientifico del Politecnico di Milano) e Presidente di Moxoff -  esplorerà qualcuna tra le molte storie di applicazioni della matematica, per capire dove siamo oggi e dove potremmo arrivare in futuro, cercando di immaginare come la più antica delle scienze possa raccogliere oggi le sfide di oggi e contribuire al miglioramento della qualità della vita.

L’evento è organizzato grazie a Moxoff, di cui Quarteroni è Presidente, spinoff del Politecnico di Milano, incubato in PoliHub, composto da ingegneri specializzati nello sviluppo e nell’applicazione di innovativi modelli e algoritmi matematici.

Data pubblicazione 22/09/2015
Fonte Moxoff
Tag Scienze della vita
Approfondimenti