A cura di MIUR - Direzione Generale per il coordinamento la promozione e la valorizzazione della ricerca

Appropriatezza e ricerca delle frodi in sanità integrativa


Dove: Roma
Quando: 24/03/2016

In Italia sono oltre 6,9 milioni le persone assistite dai 300 fondi sanitari integrativi disponibili. Un buon fondo di assistenza sanitaria integrativa si misura sul grado di appropriatezza delle prestazioni offerte e sulla capacità di intercettare i comportamenti scorretti e fraudolenti degli assistiti.

Su questi temi verterà il convegno di giovedì 24 marzo, presso l’Auditorium del Ministero della Salute in Lungotevere Ripa 1, a Roma, organizzato dal Fondo di assistenza sanitaria integrativa del CCNL chimico-farmaceutico (Faschim), in collaborazione con il Centro di Ricerche Semeion e Valore.

Tra i relatori, il Prof. Paolo Massimo Buscema, direttore di Semeion, il Dott. Claudio Giammatteo, direttore generale di Faschim, l’Ing. Stefano Ronchi, direttore generale di Valore e la Dott.ssa Giulia Massini, senior researcher di Semeion. Modera: Marco Mozzoni, professore a contratto all’Università degli Studi di Milano Bicocca.

Durante il convegno verrà presentato il progetto di ricerca che utilizza innovativi algoritmi di intelligenza artificiale per ottimizzare la gestione delle prestazioni del Fondo Faschim: tale sistema è in grado di individuare i comportamenti tipici e atipici degli assistiti, nonché le potenziali frodi che si “nascondono” nelle grandi masse di dati, a vantaggio sia degli utenti dei fondi, sia del sistema economico e sociale che contribuisce al miglioramento della salute pubblica.

Data pubblicazione 22/03/2016
Fonte Semeion
Tag Scienze fisiche e ingegneria
Approfondimenti