A cura di MIUR - Direzione Generale per il coordinamento la promozione e la valorizzazione della ricerca

Eccellenza italiana, un premio al cosmologo Nazzareno Mandolesi per la missione Planck

mandolesi_01L’italiano Nazzareno Mandolesi, cosmologo dell’Università di Ferrara associato dell’Istituto Nazionale di Astrofisica (INAF), è tra i vincitori dell’edizione 2015 del premio EPS Edison-Volta, conferito dalla European Physical Society (EPS) insieme al Centro Volta e a Edison S.p.A.

Il riconoscimento è stato assegnato, oltreché allo scienziato italiano, anche a Jean-Loup Puget, dell’Istituto di Astrofisica Spaziale dell’Università di Parigi, e a Jan Tauber, del Direttorato di Esplorazione scientifica e robotica dell’European Space Agency.

I tre vincitori hanno avuto un ruolo di primo piano nella missione Planck dell’Agenzia Spaziale Europea (ESA), lanciata nello Spazio nel 2009 con l’obiettivo di studiare la radiazione cosmica di fondo - Cosmic Microwave Background radiation, CMB: la radiazione elettromagnetica residua del Big Bang che ancora permea l’Universo. Mandolesi, in particolare, è il coordinatore scientifico di Low Frequency Instrument, lo strumento a bassa frequenza a bordo di Planck. I premi - una medaglia, un diploma e una somma in denaro - sono stati conferiti ai tre scienziati proprio per “lo sviluppo del payload di Planck e l’analisi dei suoi dati, che hanno portato al perfezionamento della nostra conoscenza sulle fluttuazioni di temperatura nella CMB come un nuovo mezzo per compiere cosmologia di precisione a livelli d’accuratezza senza precedenti, nonché consolidare la nostra comprensione dell’universo primordiale”.

La cerimonia di premiazione si terrà a fine marzo in Germania. A questo evento ne seguirà un secondo, che si svolgerà probabilmente in Italia, nell’ambito dell’Anno Internazionale della Luce, durante l’Expo di Milano.

Publication date 02/20/2015
Source Agenzia Spaziale Italiana
Organizations ASI , INAF