A cura di MIUR - Direzione Generale per il coordinamento la promozione e la valorizzazione della ricerca

REBIOCHEM

Biochemicals da biomasse: integrazioni di bio-conversioni per la produzione e l’applicazione di biochemicals da biomasse di II generazione da fonti rinnovabili

Il progetto REBIOCHEM si pone l’obiettivo di sviluppare monomeri da biomasse di scarto disponibili nel territorio per ottenere bioplastiche biodegradabili completamente rinnovabili, delineando i processi chimici e soprattutto biotecnologici in una logica di bioraffineria di terza generazione integrata nel territorio.
Sarà definito, quindi, un modello di sviluppo industriale sostenibile da un punto di vista energetico, economico ed ambientale, per la produzione industriale di prodotti chimici ad alto valore aggiunto capace di contribuire al rilancio dell’economia regionale e nazionale.

Questo progetto è strettamente collegato con due importanti iniziative: il potenziamento del Polo Chimico di Terni e la riconversione di un vecchio impianto di fermentazione presente nel territorio veneto a primo impianto al mondo dedicato alla produzione diretta per via fermentativa di un importante monomero, l’1,4 butandiolo (BDO).

Linee di ricerca

  • Mappature delle biomasse di scarto disponibili.
  • Studio ed ottimizzazione dei processi enzimatici per l’ottenimento di zuccheri fermentescibili.
  • Studio ed ottimizzazione dei processi fermentativi e/o chimici per la produzione di bulding blocks.
  • Piloting e scale up dei processi.
  • Ottenimento di polimeri (poliesteri) 100% rinnovabili e validazione dei prodotti ottenuti con test in uso.
  • Ottimizzazione dell’efficienza energetica della bioraffineria.
  • Valutazione degli impatti ambientali in un’ottica di life cycle thinking.