A cura di MIUR - Direzione Generale per il coordinamento la promozione e la valorizzazione della ricerca

LIDIA

Sviluppo di tecnologie di seconda generazione per la conversione di derivati organici in acidi dicarbossilici green, come bulding blocks di origine rinnovabile per la sintesi di chemicals e polimeri

Il progetto LIDIA si pone l’obiettivo di individuare un’alternativa valida al petrolio, sia dal punto di vista economico sia da quello della sostenibilità economica, per la produzione di acidi dicarbossilici. Saranno, dunque, studiate le possibili rotte per la trasformazione di cellulosa, emicellulosa e lignina derivanti da biomasse rinnovabili e scarti organici attraverso tecnologie innovative di seconda generazione e la loro implementazione su scala pilota.

Linee di ricerca

  • Classificazione dei materiali organici da rifiuto e dei derivati lignocellulosici per la valutazione delle possibili vie di trasformazione in biochemicals.
  • Ricerca di innovative tecnologie di seconda generazione per la produzione di acidi dicarbossilici o loro precursori da zuccheri a 5 e 6 atomi di carbonio.
  • Ricerca di tecnologie per la valorizzazione di coprodotti di processo (lignina) in biochemicals ed energia.
  • Validazione tecnologica su scala pre-industriale.