A cura di MIUR - Direzione Generale per il coordinamento la promozione e la valorizzazione della ricerca

BIT3G

Bioraffineria di Terza Generazione Integrata nel Territorio

Il progetto si pone l’obiettivo di sviluppare una bioraffineria di terza generazione integrata nel territorio che parta dall’identificazione di aridocolture, non in competizione con il cibo, nel rispetto della biodiversità locale, e che, attraverso metodi di coltivazione sostenibili, metta a punto processi a basso impatto ambientale per ottenere bio-based chemicals ad alto valore aggiunto ed energia.
Questo progetto è strettamente collegato con l’iniziativa di riconversione del Polo Verde di Porto Torres, all’interno del quale Novamont, in collaborazione con Versalis (società del gruppo ENI), sta sviluppando i primi impianti di tecnologie mai sperimentate prima, e che si prefigurano come dei dimostratori, per la produzione di chemicals ad elevato valore aggiunto da oli vegetali.

Linee di ricerca

Partendo dalle esperienze svolte in Sardegna sulle colture del cardo e cartamo, saranno condotti studi volti a

  • mappare le diverse aridocolture caratteristiche del territorio nazionale per la selezione e il miglioramento dei genotipi di maggiore interesse;
  • individuare e sviluppare i processi di pretrattamento e la trasformazione delle biomasse oleaginose e degli oli;
  • individuare e sviluppare i processi di conversione per l’ottenimento di molecole ad elevato valore aggiunto;
  • ottenere/formulare bioerbicidi e biolubrificanti;
  • valutare e ottimizzare l’efficienza energetica ed economica e la sostenibilità ambientale dell’intero ciclo di vita del sistema agro-industriale.